Sport

F1, Russia: Hamilton accende sfida, basta incidenti con Verstappen

Olandese Red Bull: 'lui non mi conosce davvero, il che va bene'

Oggi solo a parole, da domani in pista. In vista del Gran Premio di Russia Lewis Hamilton e Max Verstappen riappaiono sulla scena della Formula 1 e tornano a sfidarsi dopo l'incredibile incidente di Monza, con la Red Bull dell'olandese sopra alla Mercedes dell'inglese, che ha visto il campione del mondo illeso solo grazie all'Halo. Ad accendere il semaforo verde dell'ormai consueto botta e risposta tra i due rivali per il Mondiale è Hamilton augurandosi almeno per quest'anno di non dover assistere a incidenti tra lui e l'olandese volante. "Credo che tutti dovremmo essere un po' intelligenti - graffia Hamilton - per capire che non c'è possibilità di poter affrontare una curva in certi modi. Si tratta solo di poter avere un approccio giusto per arrivare alla seconda curva. Questo equilibrio si può trovare grazie all'esperienza, che ti consente di stabilire che una vittoria non si decide in un punto e basta, ma che si può costruire anche con altre opportunità. Come ho già detto - sottolinea il campione del mondo della Mercedes - so che cosa vuol dire essere in lotta nelle tue prime battaglie, si è impazienti e si vivono emozioni differenti. Sono fiducioso che non avremo più incidenti con il proseguo dell'anno". Una eventualità che secondo Verstappen dipende da entrambi i piloti: "Penso che dipenda da entrambe le parti, no? Non sono solo io che sono coinvolto - ragiona l'olandese della Red Bull - quando battagliamo l'uno contro l'altro. Quei commenti - aggiunge Verstappen - dimostrano solo che lui non mi conosce davvero il che va bene. Voglio dire, anche io non ho bisogno conoscere come sia lui, completamente. Mi concentro solo su me stesso e mi diverto davvero là fuori a competere lì davanti. Speriamo di poterlo fare per molto tempo".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie