Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Riforme calcio: da Figc avanti su quelle economico-finanziarie

Riforme calcio: da Figc avanti su quelle economico-finanziarie

Prossima riunione il 6 marzo, possibile consiglio federale il 28

ROMA, 27 febbraio 2024, 18:45

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un'ora e quaranta minuti è durata la riunione sulle riforme in Federcalcio tra il presidente, Gabriele Gravina, e le componenti. Una riunione improntata sull'analisi del documento condiviso (che gode di ampia maggioranza) per il risanamento del calcio italiano entro la stagione 2029-30 con un pacchetto di norme economico-finanziarie più stringenti.
    Il presidente federale ha ribadito la volontà di proseguire il lavoro sulle riforme economiche, sottolineando come anche il tema della governance sia da affrontare, ma in un secondo momento. Per la serie A, invece, quest'ultimo resta una priorità, come detto anche ieri dopo l'assemblea di Lega. In risposta, Gravina ha portato all'attenzione delle componenti uno studio sul rapporto peso-rappresentanza di tutte le altre federazioni in Europa. In Francia i professionisti sono il 37% ma votano per il 7%, in Germania il 33%, ma votano per il 26%, in Spagna sono il 14% e vota il 16%, mentre in Inghilterra il peso dei professionisti è del 14%, a votare il 25%. Dunque dallo studio emerge come in Italia ci una sostanziale parità tra peso e rappresentanza per i professionisti.
    La prossima riunione tra le componenti sarà il 6 marzo e nella settimana che precede il prossimo incontro le componenti e la Federcalcio continueranno a lavorare sulla sintesi del piano strategico da portare poi in consiglio federale, per ora non convocato, il prossimo 28 marzo per l'approvazione.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza