Nba: cade Utah e Suns sempre più vicini alla vetta

Show Curry, 53 punti a Denver e supera record di Chamberlain

 Sconfitte eccellenti e movimenti di classifica stanotte in Nba. La capolista della Western Conference, Utah Jazz, è caduta a sorpresa contro i Washington Wizards per 125-121. Partita spettacolo con 42 punti di Donovan Mitchell e 33 di Bogdan Bogdanovic per la capolista, che alla fine però è piegata da una gran prestazione di Bradley Beal autore di 34 punti e dall'ennesima tripla doppia di Russell Westbrook, che ha portato a casa 25 punti, 14 rimbalzi e 14 assist.
    Non hanno fallito il turno invece i Suns, che hanno rifilato un 126-120 ai Rockets e fatto un altro passettino verso la vetta a ovest.
    A est continua la marcia dei Sixers, usciti vincitori dalla sfida esterna contro i Mavericks per 113-95. In evidenza il solito Joel Embiid, con 36 punti e Luka Doncic con 32. Non ha giocato invece la seconda della classe della Eastern, i Nets, che il calendario vedeva opposti a Minnesota. La partita è stata infatti rinviata per motivi di ordine pubblico, a causa degli scontri di piazza dopo l'uccisione di un 20enne a Minneapolis da parte della polizia.
    Quanto alle altre sfide, da segnalare la gara spettacolo di Steph Curry autore di 53 punti nella vittoria dei Warriors contro Denver per 116-107. Curry si è preso anche la soddisfazione di superare il record di punti con la casacca dei Warriors, che apparteneva nientemeno che a Wilt Chamberlain: ora il conto è in suo favore 17818, contro i 17783 del mitico autore di 100 punti in una sola gara.
    Infine, da registrare ancora una sconfitta per i Lakers, campioni in carica, e privi di Lebron James e Anthony Davis, piegati stanotte dai New York Knicks per 111-96. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie