ANSAcom
ANSAcom

Deloitte: green, 5g, digitale, ecco l'Italia del futuro

Il Paese del 2026 nel corto d’autore "Presto sarà domani"

ANSAcom
Una comunità verde, servita interamente da energie rinnovabili, dove gli edifici sono efficienti dal punto di vista energetico, la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti sono rispettosi dell’ambiente. La mobilità è green e l’agricoltura punta sulle più avanzate tecniche di produzione a basso impatto ambientale. La connettività 5G abilita lo smart working e i cittadini accedono ai servizi digitalizzati della pubblica amministrazione. Questa, secondo Deloitte, potrebbe essere l'Italia del 2026 grazie ai fondi del Pnrr.
E per raccontare il Paese del futuro Deloitte ha scelto il cinema, producendo in collaborazione con Goldenart Production un cortometraggio, "Presto sarà domani", con Riccardo Scamarcio, Carolina Crescentini, la regia di Michele Placido e le musiche di Nicola Piovani. L’opera, girata a Città della Pieve, in Umbria, sarà disponibile dal 31 maggio in versione integrale sul sito di Deloitte ed è stata presentata in anteprima durante la quinta edizione dell’Innovation Summit dell'azienda.
Ad aprire l’evento è stato il Ceo di Deloitte central mediterranean, Fabio Pompei, insieme all'innovation leader di Deloitte Italy e North & South Europe, Andrea Poggi, che ha anche spiegato come l’innovazione sia il volano per il Pnrr, abilitando una svolta epocale per il nostro Paese e per l’Europa. Tra i partecipanti il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani. Presenti anche il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Roberto Garofoli e il vicepresidente della Camera dei Deputati, Ettore Rosato.
Alla visione del cortometraggio è seguita una tavola rotonda con la presidente del Cnr, Maria Chiara Carrozza; la presidente di Poste Italiane e Ania, Maria Bianca Farina; il direttore del Corriere della Sera, Luciano Fontana; l'amministratore delegato del Gruppo Acea, Giuseppe Gola; il Ceo di Mercedes-Benz Italia, Radek Jelinek; il presidente del Coni e membro Cio, Giovanni Malagò; il rettore della Luiss Guido Carli, Andrea Prencipe; il sindaco di Città della Pieve, Fausto Risini. Oggetto del dibattito sono state le straordinarie opportunità che derivano dal Pnrr e dall’innovazione che, secondo Deloitte, possono permettere all’Italia di fare presto il salto di qualità che serve per lasciare in eredità alle generazioni future un Paese più innovativo, digitale e sostenibile. Presenti in sala anche il regista Michele Placido, il compositore Nicola Piovani che ha curato la musica dell’opera, Riccardo Scamarcio e tutto il cast.

In collaborazione con:
Deloitte

Archiviato in


Modifica consenso Cookie