ANSAcom

Impresa e cultura, Cortina e Matera insieme per crescere

Rete tra Confindustria Belluno Dolomiti e Basilicata

MATERA ANSAcom

Cultura e impresa, tradizioni e prodotti che raccontano il territorio e un paesaggio che lega le Dolomiti ai rioni Sassi e all'habitat rupestre, beni patrimonio dell'Umanità: sono i fattori che legheranno Confindustria Belluno Dolomiti e Confindustria Basilicata in un impegno comune per contrastare lo spopolamento della montagna e creare, facendo rete con altre istituzioni, opportunità di crescita economica e di potenziamento dei servizi dei territori. E' quanto hanno concordato oggi, nella Città dei Sassi, i presidenti di Confindustria Belluno Dolomiti, Lorraine Berton, di Confindustria Basilicata, Pasquale Lorusso, nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato anche il presidente di Federalberghi Basilicata, Francesco Garofalo, e la vicepresidente della Provincia di Belluno, Serenella Bogana, in occasione dell'iniziativa di Confindustria "Matera 2019: l'open future delle imprese italiane". "Matera - ha detto Lorraine Berton - è un esempio per quanto è riuscita a fare nel percorso da Capitale europea della cultura 2019, muovendo vari settori dell'economia, a cominciare dal turismo. Una città patrimonio dell'Unesco, con quell'odore dei rioni Sassi simile a quello delle rocce delle nostre Dolomiti e mi fa piacere che anche in Basilicata ce ne siano e di altra dimensione. Sono un esempio di bellezza delle nostre aree interne, che hanno bisogno di investimenti, progetti e infrastrutture per crescere ed evitare lo spopolamento". E in proposito ha segnalato i ritardi per la realizzazione della variante stradale di Longarone, che potrebbe favorire l'arrivo di una parte dei turisti che si reca a Venezia. Lorusso ha poi illustrato le tappe del percorso di Matera e "l'impegno di tutti" a fare sistema per raggiungere l'obiettivo. "Guardiamo con attenzione - ha sottolineato - alla adesione alla rete di Confindustria per la montagna e l'appuntamento delle Olimpiadi invernali è una ulteriore opportunità per accendere i riflettori sui problemi e sui bisogni delle aree interne, che riguardano anche la nostra Basilicata. Ma occorre fare sistema per avere ricadute positive sui territori come è accaduto per Matera 2019". Garofalo, il quale ha evidenziato il ruolo svolto dagli operatori economici per Matera 2019, ha auspicato che "il legislatore possa mettere mano alla riforma dell'Enit, per evitare che il Paese si presenti diviso - come accade oggi - sul mercato delle vacanze". Bogana si è soffermata sul progetto di distretto culturale evoluto e sulla necessità di favorire investimenti per i centri dell'interno con un pieno coinvolgimento nella programmazione delle Olimpiadi invernali di Cortina d'Ampezzo. La manifestazione di Confindustria, ospitata negli Ipogei di piazza San Francesco d'Assisi, è stata contrassegnata dalla promozione e dall'offerta di "Dmo Dolomiti" sul binomio turismo ambientale e culturale con i Campionati del mondo di sci alpino 2021 e delle Olimpiadi invernali del 2026, di itinerari turistici apprezzati da escursionisti e da appassionati della bicicletta.

In collaborazione con:
CONSORZIO DMO BELLUNO DOLOMITI

Archiviato in


Modifica consenso Cookie