Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Il segreto delle raffinate porcellane di Jingdezhen (3)

(XINHUA) - NANCHANG, 21 OTT - I vasai di Jingdezhen non smettono mai di innovare la produzione pur conservando nel contempo le tradizioni.
    Secondo Yu Jihua, capo dell'associazione degli artisti della ceramica di Jingdezhen, quella che rappresenta è una categoria che è sempre stata molto aperta: "sono sempre disposti a condividere la propria esperienza e le proprie abilità, tramandate per migliaia di anni, e ad accettare nuove idee".
    A Jingdezhen ci sono inoltre circa 30.000 artisti non locali, di cui circa 5.000 provenienti dall'estero i quali iniettano costantemente nuova linfa e ispirazione nell'arte tipica di Jingdezhen.
    Su Hui, un noto maestro di arti e mestieri della provincia dello Shaanxi, si è recato due anni fa nella città in cerca di nuova ispirazione: "negli ultimi due anni ho incontrato molti artisti e amici e sento che la mia capacità creativa è notevolmente migliorata".
    "Jingdezhen è una città molto tollerante nei confronti della creazione artistica e qui la produzione di porcellana è molto matura sotto tutti gli aspetti. I giovani artisti possono dare il via ai loro sogni ad un costo molto basso", aggiunge Su.
    Tra i visitatori esteri c'è anche l'artista francese Camille Kami la quale durante la sua prima visita è rimasta incantata da questa città "dove c'è un settore che va avanti senza sosta da più di mille anni".
    Con una storia tanto illustre, una tale ricchezza di talenti e competenze, e così tanto interesse da parte delle nuove generazioni, il futuro di Jingdezhen sembra al sicuro. Dopo migliaia di anni, il fuoco della celebre fornace arde ancora luminoso. (XINHUA)

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie