Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: a Ningxia cortili condivisi per turismo rurale

(XINHUA) - YINCHUAN, 20 OTT - I residenti del villaggio di Yongxin, nella regione autonoma Ningxia Hui della Cina nord-occidentale, non sono estranei all'economia collaborativa.
    Durante la recente festa nazionale, Ma Xuecheng, un turista da un'altra città, insieme alla sua famiglia ha avuto un'esperienza unica nel villaggio Yongxin, che è sotto l'amministrazione della città di Wuzhong.
    Dopo aver fatto il check-in in una fattoria trasformata in ostello, Ma ha fatto una passeggiata intorno al cortile, dicendosi sorpreso di scoprire che i cortili di diverse famiglie erano uniti insieme, ognuno con le sue peculiarità: uno con rocce dalle forme grottesche, un altro con qualche stagno e un padiglione, uno che offriva un servizio di karaoke e un altro che attirava i turisti con un buffet di delizie al barbecue.
    "Sembra di essere in un'area panoramica ben attrezzata piuttosto che in un villaggio", dice Ma.
    Dal 2017, gli abitanti hanno trasformato i loro cortili, facendo del villaggio una destinazione turistica. I cortili condivisi sono un'innovazione locale e ricevono il sostegno finanziario del governo locale.
    Mentre le case coloniche hanno spazi privati, i visitatori possono vagare liberamente nei cortili di ogni casa e sperimentare una varietà di attività, tra cui barbecue e raccolta di frutta.
    "Si evita la competizione omogenea, arricchisce le esperienze dei turisti e porta più reddito", spiega Li Wenbin, segretario del Partito del villaggio.
    Grazie al flusso di turisti che sperano di dare un'occhiata ai cortili condivisi, l'anno scorso Yongxin ha guadagnato quasi 700.000 yuan (circa 108.780 dollari) dal turismo. Il fatturato combinato degli ostelli del villaggio è aumentato di quasi cinque volte durante la festa nazionale di quest'anno rispetto all'anno precedente. (SEGUE)

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie