Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: tecnologia per aiutare cotone dello Xinjiang

(XINHUA) - ÜRÜMQI, 19 OTT - Mentre questo mese vaste distese di cotone in fiore nella regione autonoma dello Xinjiang Uygur della Cina nord-occidentale attendono il raccolto, le tecnologie adottate per la semina, l'irrorazione e altri processi ha gradualmente manifestato il suo effetto.
    Una squadra di agronomi provenienti da più dipartimenti la settimana scorsa ha confermato che la resa del cotone in un campo di prova dimostrativo nella contea di Yuli, nella prefettura autonoma mongola di Bayingolin, un importante centro di produzione di cotone del Paese, ha raggiunto il livello record di 620,4 kg per mu, ovvero 9.306 kg per ettaro.
    Qu Tao, capo del team del centro di estensione della tecnologia agricola della prefettura, ha spiegato che tale rendimento, che è stato misurato il 15 ottobre in tre appezzamenti scelti casualmente nel campo di prova di 33 ettari, è stato del 26,2% superiore a quello dei vicini terreni agricoli ordinari piantati con la stessa tipologia di cotone.
    Qu ha dichiarato che a causa del clima, quest'anno la resa del cotone è leggermente inferiore a quella complessiva dell'anno scorso, ma un nuovo tipo di fertilizzante adottato nel campo di prova ha contribuito a ottenere un raccolto eccezionale.
    "Il fertilizzante organosiliconico può regolare il valore del pH della terra salina per una migliore struttura del suolo", ha spiegato Qu.
    Lo Xinjiang ospita fino a un terzo dei terreni salini e alcalini della Cina, fattore che ha fortemente limitato lo sviluppo sostenibile dell'agricoltura della regione. Pertanto, il fertilizzante organosiliconico ha portato benefici tangibili ai coltivatori di cotone, migliorandone la resa.
    Oltre a migliorare la struttura del suolo, la tecnologia ha liberato le mani dei contadini, trasformando l'agricoltura tradizionale in moderna. Vari tipi di macchinari, dalle irroratrici a droni ai raccoglitori di cotone, sono diventati essenziali in questo settore.
    Il coltivatore di cotone Erken Reyimu sostiene che la semina, l'irrorazione di insetticidi e la raccolta del cotone nel suo campo di 33 ettari sono tutte attività eseguite da macchine.
    "Con la resa del cotone che raggiunge i 400 kg per mu, spero di poter portare a casa oltre 1 milione di yuan (circa 155.500 dollari) quest'anno", commenta sorridendo.
    Usando il reddito proveniente della sua coltivazione, ha comprato un appartamento per suo figlio maggiore e una macchina per sua figlia. Alla fine di quest'anno ha in programma di comprare un'auto per il figlio minore.
    He Miao, vice capo della contea di Yuli, ha dichiarato che il tasso di meccanizzazione agricola della contea con 66.000 ettari di campi di cotone ha raggiunto il 96%.
    Ha aggiunto che il prezzo del cotone non sgranato è aumentato da 7 yuan al kg l'anno scorso a 12 yuan al kg quest'anno, portando più reddito agli agricoltori.
    Secondo il governo della prefettura la raccolta del cotone dovrebbe terminare a metà novembre nella prefettura di Bayingolin, e in più dell'80% dei campi sarà eseguito dalle macchine.
    Lo Xinjiang è la più grande area di coltivazione del cotone in Cina, la cui produzione nel 2020 ha raggiunto 5,16 milioni di tonnellate, pari all'87,3% del totale del Paese. (XINHUA)

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie