Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: la nanorobotica in 3D per rilasciare farmaci

Sviluppate nanostrutture a forma di pesce

(ANSA-XINHUA) - SHANGHAI, 20 SET - I ricercatori cinesi hanno stampato in 3D delle nanostrutture utilizzando proteine ricombinanti di seta di ragno geneticamente ingegnerizzate con una risoluzione pari a sub-15 nm che dovrebbero essere applicate nella percezione bionica e nei nanorobot allo scopo di consegnare farmaci e prodotti simili in futuro.
    I nanodispositivi a forma di pesce con barbigli sono in grado di 'nuotare' in un ambiente del corpo umano contenente glucosio e sono impostati in modo tale che alcune condizioni inneschino il rilascio del farmaco da loro trasportato.
    I ricercatori hanno estratto alcune sequenze di geni delle sete naturali di ragno, la fibra più resistente in natura, e le hanno successivamente coltivate in escherichia coli al fine di produrre le proteine necessarie per creare tali 'nanopesci'.
    Secondo Tao Hu, ricercatore dello Shanghai Institute of Microsystem and Information Technology della Chinese Academy of Sciences, il barbiglio, ovvero la parte più sottile del nanorobot, è spesso solo 50 nanometri, circa un millesimo del diametro di un capello umano.
    I nanodispositivi alimentati a biocarburante si basano sulla regolazione delle loro attività enzimatiche e su una serie di reazioni chimiche coinvolte principalmente con il glucosio all'interno del corpo umano per creare bolle di ossigeno in modo tale da creare un controllo direzionale del movimento.
    Allo stesso tempo, in alcune condizioni stabilite quali luce, pH e calore i nanorobot possono degradarsi e di conseguenza non gravare in alcun modo sul corpo umano, stando allo studio pubblicato online sulla rivista Nature Communications.
    (ANSA-XINHUA).
   

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie