• India - Dubbi su dati ufficiali, 'troppi pochi i test effettuati sinora'

India - Dubbi su dati ufficiali, 'troppi pochi i test effettuati sinora'

20 aprile

Mentre l'India entra nella quarta settimana di lockdown prendono sempre più spazio i dubbi, già avanzati nelle scorse settimane da molte parti, sull'attendibilità dei dati diffusi dalle autorità: secondo il ministero della Salute, a tutt'oggi sono 17.265 i casi di positività e 559 le morti. Quasi la metà dell'India sarebbe dunque immune dal contagio: sui 736 distretti amministrativi del paese, in 325 non è stato contato nessun caso, mentre circa la metà, il 46 per cento, si concentrerebbe in appena 18 distretti.
    Il quotidiano Times of India scrive che "l'incertezza sulla nostra abilità a identificare con precisione il numero degli infetti e le morti rischia di rendere inefficaci gli sforzi contro la diffusione del virus". L'India, ricorda il quotidiano, ha inizialmente circoscritto i test ai sintomatici, e a quanti avessero avuto contatti diretti coi positivi, per poi avviare, solo qualche giorno fa, uno screening più ampio, attraverso i test molecolari e degli anticorpi, col metodo Rt Pcr e i test sierologici sui gruppi a rischio. "La nostra strategia nei confronti del coronavirus è stata, per almeno un mese e mezzo, limitata solo a chi avesse fatto viaggi all'estero e a chi fosse entrato in contatto con un positivo", aveva messo ripetutamente in guardia, tra gli altri, K Sujatha Rao, ex sottosegretario alla salute e autore di numerosi studi sul sistema sanitario indiano. "A meno di non aumentare esponenzialmente i test non conosceremo mai le reali dimensioni del problema, e non potremo comprendere se le misure sono adeguate o insufficienti", aggiungeva Rao. Dubbi sono affiorati nel paese anche sul numero dei decessi da Covid-19: solo il 22 per cento delle morti annuali in India viene normalmente certificato dai medici, e almeno un milione non viene neppure registrato. Uno dei più stimati epidemiologi del paese, Jayaprakash Muliyal, ex Rettore del Christian Medical College di Vellore, aggiunge che, quando un paziente non muore in ospedale, non è possibile accertare se si tratti di una morte per Covid.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie