Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

In Veneto imprese e categorie chiedono 8 opere urgenti

In Veneto imprese e categorie chiedono 8 opere urgenti

Libro Bianco di Unioncamere presentato oggi a Verona

VERONA, 26 febbraio 2024, 14:08

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Le imprese e le associazioni di categoria del Veneto hanno individuato otto opere urgenti per la competitività del sistema imprenditoriale regionale.
    L'indicazione è contenuta nel nuovo "Libro Bianco sulle priorità infrastrutturali del Veneto", presentato stamani a Verona nell'ambito di un roadshow promosso da Unioncamere nazionale attraverso il Fondo di Perequazione 2021-2022.
    Le infrastrutture prioritarie indicate sono il potenziamento del nodo portuale e aeroportuale di Venezia, con un ruolo centrale nella ZLS Porto di Venezia-Rodigino; il decongestionamento della rete stradale del basso Veneto (SR10, SS309, accessibilità a sud del nodo urbano di Verona); altre tre priorità sono relative agli sbocchi della regione verso Nord: accessibilità al Brennero, prolungamento della A31, prolungamento della A27.
    Nel contesto nazionale - è stato detto - il Veneto si dimostra un territorio resiliente, capace di valorizzare al massimo i suoi punti di forza: nel 2022 è stata la terza regionale in Italia per ricchezza prodotta, con un Pil in crescita del +8,4% rispetto al 2019 e un contributo dell'export pari al 45,5%, +26,2% rispetto al 2019, realizzato prevalentemente con la modalità stradale.
    Permane l'elevato divario infrastrutturale del Bellunese, territorio su cui incide fortemente l'orografia, la distanza dai principali nodi multimodali e dorsali di traffico. In vista delle Olimpiadi invernali 2026 è auspicabile che questo territorio acceleri una serie di interventi infrastrutturali.
    Per il direttore operativo di Unioncamere del Veneto, Valentina Montesarchio, "il Libro Bianco è uno strumento a disposizione di Governo, Regione, dei decisori politici e del sistema camerale e imprenditoriale per pianificare le opere pubbliche soprattutto nelle aree più critiche. Su questa visione, i nostri imprenditori si aspettano di essere coinvolti attivamente nel processo decisionale e chiedono investimenti mirati e strategici in progetti infrastrutturali chiave, con una particolare attenzione alle esigenze specifiche del settore produttivo veneto, tempi rapidi di realizzazione, sostenibilità e innovazione".
    La vicepresidente e assessore regionale ai Trasporti e alle Infrastrutture, Elisa de Berti, ha sottolineato che "l'esperienza maturata con il Piano dei trasporti e con la realizzazione degli strumenti di attuazione dimostra come il lavoro di rete sia oggi fondamentale per affrontare con successo le sfide del futuro".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza