Responsabilità editoriale di ADVISOR, testata edita da Open Financial Communication

Sostenibilità e private asset

Alcuni investitori partono dal presupposto che le pratiche di sostenibilità non siano presenti nei mercati privati come lo sono negli asset quotati. Ciò in parte è il risultato dei minori livelli di trasparenza (e quindi di controllo) dei mercati privati. Ma anche a causa di alcuni casi passati di pratiche altamente discutibili accadute in alcune aziende private.

Tuttavia, ci sono molte ragioni per cui i private asset sono naturalmente allineati con gli investimenti sostenibili. Per cominciare, i tempi di investimento sono in genere più lunghi e il coinvolgimento con le aziende è generalmente più elevato.

Alcune caratteristiche ESG sono condivise da tutti i tipi di attivo, ma alcune aree hanno caratteristiche uniche che portano benefici a portafogli diversificati, in particolare nella mitigazione dei rischi.

 

PRIVATE EQUITY

Nils Rode, CIO Schroder Adveq

 

Il modo in cui gli investitori integrano i criteri ESG nel private equity è simile a come viene fatto per il capitale quotato. Ma ci sono differenze importanti e preziose.

I primi livelli di valutazione ESG sono comparabili, esaminando le principali tendenze sociali e ambientali e valutando la preparazione delle imprese ad adattarsi ad esse.

Sebbene le società private pubblichino molte meno informazioni  la due diligence approfondita che gli investitori di private equity conducono consente loro di conoscere davvero a fondo le aziende. È possibile ottenere una comprensione completa delle esposizioni e delle performance di un'azienda attraverso l'accesso illimitato alle sue informazioni.

Inoltre, il private equity può svolgere un ruolo più attivo nel controllo dei rischi correlati all'ESG grazie a un’importante attività di engagement. Il private equity intrattiene un dialogo continuo con ogni società per migliorare le aree di debolezza. Gli investitori di private equity spesso possiedono partecipazioni di controllo in un'azienda e in genere detengono tali società in portafoglio per molti anni. Ciò consente loro di garantire che un'azienda adotti pratiche ESG solide e in continuo miglioramento.Inoltre, con un universo d’investimento di centinaia di migliaia di società possono essere altamente selettivi.

 

INFRASTRUTTURE

Jerome Neyroud, Head of Investments, Infrastructure Debt

 

Le infrastrutture sono la spina dorsale della maggior parte delle economie e comprendono quasi tutte le strutture necessarie per spostare persone, energia o informazioni. Di conseguenza, gli investimenti in questo settore sono intrinsecamente legati a una società funzionale e gli investitori sul mercato hanno il potenziale per garantire che i prossimi passi per le nostre città siano responsabili.

 

Gli investimenti infrastrutturali finanziano il mondo di domani e il fatto è ben presente ai governi che hanno come obiettivo un futuro sostenibile.

 

La Commissione europea, ad esempio, sta dando una grande e continua spinta a rafforzare i progetti di infrastrutture verdi. Un riequilibrio del mix energetico verso le rinnovabili è inevitabile. Esse rappresentano attualmente circa il 50 per cento degli investimenti nel gasdotto infrastrutturale europeo in numero e circa il 30 per cento in valore. Naturalmente, considerare i fattori ESG significa anche valutare in modo esaustivo le sfide associate al raggiungimento di un futuro sostenibile. Ad esempio, la transizione energetica verso un'economia a zero emissioni di carbonio deve andare di pari passo con la sicurezza dell'approvvigionamento. Può significare, ad esempio, investire in risorse di stoccaggio per affrontare la questione di un rifornimento intermittente, che da tempo ostacola l'assorbimento delle energie rinnovabili.

 

Il finanziamento del debito infrastrutturale può anche essere diretto sia per aiutare la transizione energetica che per evitare "attività incagliate". Ad esempio, può finanziare la conversione delle caldaie a combustibili fossili in caldaie a biomassa, per fornire calore sostenibile e rinnovabile alle abitazioni.

I quadri ESG più sofisticati emersi negli ultimi anni sono preziosi per fornire una "lista di controllo" completa dei criteri di sostenibilità. Gli investimenti infrastrutturali rimarranno incentrati su gli asset essenziali e le prestazioni sostenibili.

 

REAL ESTATE

Mark Callender, Head of Real Estate Research

 

Secondo un rapporto delle Nazioni Unite, l'ambiente costruito – o fatto dall'uomo – è la principale fonte di emissioni di carbonio- circa il 40% del totale globale. Circa il 10% è generato da nuovi edifici e dalla produzione di materiali da costruzione, ma la maggioranza è dovuta al fatto che le persone consumano energia negli edifici esistenti per attività come il riscaldamento, il raffreddamento el'illuminazione. Agire sul settore immobiliare è quindi fondamentale per ridurre le emissioni di carbonio e raggiungere gli obiettivi fissati nell'accordo di Parigi del 2015.

 

Per colmare il divario tra design e prestazioni effettive dell'edificio, si sta facendo molto lavoro sull'impatto di carbonio attraverso la progettazione, la costruzione, l'uso e la fine del ciclo di vita. Ciò significa integrare materiali fotovoltaici, illuminazione a LED e vetro solare a temperature interne moderate, nonché sensori di movimento e una serie di altre tecnologie intelligenti.

C'è anche una crescente enfasi sul riciclaggio di vecchi materiali da costruzione per ridurre il carbonio presente nei nuovi edifici. Gli urbanisti stanno incoraggiando i developer a costruire con schemi di uso misti e a ridurre l'espansione urbana incontrollata. Tuttavia, sebbene queste iniziative siano importanti, la lentezza dello sviluppo in Europa significa che la sfida più grande è migliorare l'efficienza energetica degli edifici esistenti. Ciò sta portando  ad aggiornamenti alle apparecchiature di riscaldamento e ventilazione, oltre ad aggiungere più isolamento e punti di ricarica per i veicoli elettrici e altre iniziative di questo tipo

 

Uno dei vantaggi del settore immobiliare privato è che gli investitori hanno il controllo sui loro beni. In Schroders siamo sulla strada giusta per ridurre il consumo energetico e le emissioni di gas serra nel nostro portafoglio immobiliare nel Regno Unito rispettivamente del 18% e del 32% entro il 2020/21 rispetto a cinque anni fa. Ci siamo impegnati a utilizzare l'elettricità rinnovabile in tutti i nostri edifici. Siamo firmatari del “Better Buildings Partnership Member Climate Change Commitment” per raggiungere zero emissioni nette di carbonio entro il 2050.

 

Infine, stiamo valutando in che modo i nostri edifici devono adattarsi per far fronte alle sfide del cambiamento climatico, che nell'Europa occidentale includono temperature più elevate, carenza idrica, più tempeste e inondazioni.

 

Tuttavia, gli investimenti sostenibili non riguardano solo il cambiamento climatico e il risparmio energetico. Gli investitori immobiliari cercano anche un impatto positivo sulla salute e sul benessere delle persone. Ciò può significare massimizzare la luce naturale e la ventilazione negli edifici o incoraggiare le persone ad andare al lavoro in bicicletta fornendo servizi di supporto.

 

INSURANCE-LINKED SECURITIES

Beat Holliger, Senior Product and Solutions Executive ILS

 

Assicurarsi significa essenzialmente trasferire dei rischi. Quando si sottoscrive una polizza si trasferisce il rischio ipotetico all'assicuratore pagando un premio per questa protezione. Come tale, secondo l'Associazione di Ginevra, l'assicurazione avvantaggia la società offrendo un senso di sicurezza, incoraggiando la mitigazione delle perdite e aumentandone la prosperità.

 

I titoli ILS sono un sottosegmento del mercato del trasferimento del rischio assicurativo e sono principalmente legati allaallari-assicurazione di catastrofi naturali, della mortalità e del rischio pandemico. Si tratta di eventi estremi che possono causare gravi disagi alla vita degli individui e alle comunità in cui vivono.

Un concetto fondamentale di assicurazione è quello di fornire sicurezza finanziaria e protezione contro eventi imprevisti distribuendo il costo degli eventi che interessano alcuni in un gruppo più ampio.

Maggiore è il gruppo di assicurati, minore è il costo del trasferimento del rischio. La riassicurazione e gli ILS contribuiscono ad ampliare il pool di potenziali assicurati per rendere più efficiente il trasferimento del rischio e possono quindi rendere l'assicurazione più accessibile. Gli ILS possono contribuire a ridurre i costi di protezione per le persone.

 

Inoltre, l'andamento  è positivamente correlato all'esperienza degli assicurati. In altre parole, quando non succede nulla, l'assicurato resta tale e gli investitori ILS ottengono un rendimento. In caso di catastrofe, i proventi generati dai pagamenti nell'ambito degli ILS aiutano le famiglie e le comunità a ricostruire le loro vite.

Prima di investire, esaminiamo le tendenze sociali e ambientali che riteniamo emergeranno nel nostro orizzonte di investimento e considereremo il loro potenziale impatto sui rendimenti. Ad esempio, adattiamo gli strumenti di modellazione del rischio che utilizziamo per riflettere le nostre opinioni sulla frequenza e la gravità degli eventi meteorologici estremi e dei cambiamenti climatici.

 

Nei titoli non legati al clima, cerchiamo di evitare di investire in rischi che possono contenere preoccupazioni etiche o sociali. Ad esempio, ci sono alcuni strumenti ILS i cui rendimenti dipendono dal pagamento dei jackpot della lotteria. Evitiamo questi strumenti, che potrebbero essere una preoccupazione per gli investitori che hanno un'avversione al gioco d'azzardo.

 

L'importanza di questo segmento continuerà ad aumentare di passo con la crescita della popolazione e (di conseguenza) con i beni - edifici e strutture - che sono assicurati, nonché con le tendenze demografiche e i cambiamenti ambientali.con conseguenti benefici socioeconomici, impatto positivo e sostenibilità e resilienza.

 

IMPACT INVESTING AND MICROFINANCE

Philipp Müller, CEO, BlueOrchard

 

L'analisi ESG e l'impact investing rappresentano due facce della stessa medaglia. La primaci consente di capire come un'azienda influisce positivamente o negativamente sul mondo e se si trova su una traiettoria di miglioramento delle aree di debolezza. Il secondo cercadi guidare in modo proattivo il cambiamento positivo, dando priorità al miglioramento sociale e ambientale.

L'impact investing comprende una vasta gamma di temi di investimento. Si estende su aree diverse come l'energia rinnovabile per alloggi a prezzi accessibili, istruzione, posti di lavoro di qualità e "agricoltura intelligente per i clienti" (CSA), un approccio per gestire in modo sostenibile i paesaggi.

Private equity, infrastrutture e immobili possono tutti svolgere ruoli importanti nell'impact investing.

 

La microfinanza può fare la differenza, promuovendo l'inclusione finanziaria e la creazione di ricchezza sostenibile nelle economie di frontiera. Presenta il track record più lungo nell’impact investing.

Dimostrando che il profitto e i benefici sociali e ambientali possono andare di pari passo, questo settore sta rivoluzionando gli investimenti responsabili.

 

Come asset class in crescita, l'impact investing attinge a fonti di capitale nuove e creative e sblocca il potenziale per risolvere le sfide ambientali e sociali più difficili.Svolge un ruolo chiave nel conseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unitevolti a  porre fine alla povertà, riducendo le disuguaglianze, proteggendo l'ambiente e garantendo la pace e la prosperità collettive entro il 2030.

 

L'impact investing mira a un impatto positivo misurabile, sia in campo sociale che ambientale. Gli investitori sono guidati dalla definizione del loro contributo in termini di impatto misurabile e rendimento finanziario, che sono considerati componenti altrettanto importanti. Gli elementi chiave nell'impact investing sono quindi la gestione dell'impatto su misura e gli strumenti e le pratiche di misurazione associati, che garantiscono che gli investimenti creino benefici sociali e ambientali tangibili, misurabili e sostenibili per le persone e il pianeta.

 

AVVICINARSI AL CAMBIAMENTO

 

In passato mercati privati sono stati spesso considerati poco trasparenti. Quindi non è forse una sorpresa che, man mano che la sostenibilità ha progredito nell'agenda degli investitori, l'attenzione inizialmente si sia rivolta agli asset quotati, dove i dati e le informazioni sono in genere più evidenti. Tuttavia, la vicinanza molto maggiore che gli investitori di asset privati hanno alle loro partecipazioni in portafoglio significa che il cambiamento positivo può essere fornito con precisione e con risultati visibili nel mondo reale.

 

Stiamo passando dall'integrazione dei fattori ESG nella gestione dei nostri asset alla prossima fase del nostro percorso di investimento sostenibile ossia la misurazione degli impatti degli investimenti sulle sfide sociali e ambientali. Qui, i private asset sono particolarmente ben posizionati.

La responsabilità editoriale e i contenuti sono a cura di ADVISOR, testata edita da Open Financial Communication

Video Economia

Ultima ora




Modifica consenso Cookie