Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Incendio in cantina palazzo usata da clochard, 15 intossicati

Incendio in cantina palazzo usata da clochard, 15 intossicati

Undici già a casa, gli altri dimessi in giornata

VENTIMIGLIA, 29 febbraio 2024, 09:27

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Quindici persone, tra cui cinque minori, sono state portate in ospedale la scorsa notte per una serie di controlli per intossicazioni più o meno lievi in seguito a un incendio divampato in un condominio di via San Secondo a Ventimiglia (Imperia).
    All'origine delle fiamme ci sarebbe un fuoco accesso in un cantina, pare utilizzata da un senza tetto che voleva scaldarsi o cucinarsi qualcosa, il cui fumo si è propagato alla tromba delle scale (con una sorta di effetto camino), entrando nelle abitazioni.
    Undici dei quindici intossicati sono già stati dimessi, altri quattro, tra cui una donna in gravidanza portata all'ospedale di Imperia (gli altri sono stati ricoverati a Sanremo e Bordighera), potrebbero essere dimessi in giornata.
    Sul posto sono intervenuti i carabinieri, che stanno indagando per ricostruire l'accaduto, con la polizia e i vigili del fuoco. La maggior parte degli intossicati è di origine straniera. Si tratta di famiglie di pachistani e bengalesi, che vivono regolarmente nell'edificio.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza