Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Il Pd raccoglie firme 'per cambiare la sanità lombarda'

Il Pd raccoglie firme 'per cambiare la sanità lombarda'

Iniziativa popolare per modificare la legge 33

MILANO, 23 febbraio 2024, 14:22

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Pd lancia una petizione per modificare la sanità lombarda, più precisamente la legge regionale 33 del 2009 che definisce i principi fondamentali del servizio sociosanitario. Lo ha fatto sapere il capogruppo dem in Regione Pierfrancesco Majorino a margine della conferenza regionale sulla salute organizzata dal gruppo Pd al Pirellone.
    "Presentiamo una legge di iniziativa popolare che mira a modificare i principi di fondo attraverso i quali si determinano le scelte in sanità a partire dall'equivalenza pubblico-privato" ha spiegato Majorino, sottolineando che "nelle prossime settimane partiremo con la raccolte firme".
    "Dobbiamo evitare che l'equivalenza voglia dire privatizzazione strisciante e per questo vogliamo cancellare il termine 'equivalenza' - ha aggiunto - a un anno dalle elezioni possiamo dire che Fontana e Bertolaso sono bocciati su tutta la linea. La sanità a oggi è da ricostruire e in questi mesi abbiamo avuto solo chiacchere".
    Il centro unico di prenotazione per le liste d'attesa "va costruito in tempi molto più rapidi di quelli immaginati da Fontana e Bertolaso che lo produrranno tra 3 anni - prosegue - noi lo chiediamo entro 12 mesi con un vincolo: il privato che non sta nel Cup non riceve risorse pubbliche a nessun livello.
    Deve esser un vincolo sancito per legge e non a chiacchere".
    La legge di iniziativa popolare "mira a riorganizzare la dimensione territoriale dei servizi" perché "non ci sono solo gli ospedali. Vogliamo un'operazione verità sulle Case di comunità che sono nell'anarchia senza una vera programmazione" Un altro punto "riguarda le nomine che appassionano la giunta Fontana come niente al mondo - conclude - in questi mesi si sono occupati solo di spartizione di poltrone. Noi, nell'ambito socio sanitario, diciamo: azzeriamole tutte, identifichiamo una commissione di esperti terza e indipendente e nominiamo figure che non siano lì solo per fedeltà partitica".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza