Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

L'infrastruttura fa cultura, l'equipe di archeologi di Terna

L'infrastruttura fa cultura, l'equipe di archeologi di Terna

La società si è dotata di un team di ricerca preventiva

ROMA, 30 dicembre 2023, 13:49

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Resti di strade romane, abitazioni e edifici produttivi, antichi sistemi idraulici, necropoli con ricchi corredi ceramici e metallici, tombe monumentali: l'immenso patrimonio archeologico che è ancora custodito sotto gli strati di terra di un territorio ricco di storia come quello italiano, è spesso motivo di intralcio ai lavori di infrastrutturazione del paese. Ma l'incontro tra il passato e il futuro, passando per il presente, può anche essere un'occasione di scoperta e valorizzazione del nostro patrimonio archeologico.
    Lo fa Terna, gestore della rete elettrica nazionale e regista della transizione ecologica, una delle prime aziende in Italia che si è strutturata con un team dedicato all' "archeologia preventiva". L'azienda si è infatti dotata di una Unità Archeologia, un'equipe composta da vari archeologi in grado di seguire direttamente tutte le fasi previste dalla verifica preventiva dell'interesse archeologico, nell'ambito del processo di progettazione di un'opera.
    L'obiettivo per la società è duplice: evitare l'allungamento dei tempi e dei costi di realizzazione a seguito del rinvenimento di un elemento archeologico e tutelare i reperti fino alla successiva fase di valorizzazione e restituzione ai territori. L'attività dei professionisti specializzati in questo ambito è anche finalizzata alla valutazione del rischio archeologico dei progetti e a garantire, contestualmente, la tutela del patrimonio archeologico nazionale.
    Un esempio virtuoso dell'attività di archeologia preventiva è, ad esempio, quello che riguarda, in Sicilia, il ritrovamento di un tratto di condotto, in gran parte ipogeo, riconducibile all'Acquedotto Cornelio di epoca romana. Uno scavo archeologico che interessa l'area del Comune di Termini Imerese in cui sorgerà la stazione di conversione del tratto ovest del Tyrrhenian Link, il collegamento elettrico sottomarino che unirà la Sicilia alla Campania e alla Sardegna. Il condotto rinvenuto verrà distaccato e trasportato prima in un'area di collocamento temporaneo e poi ricostruito, almeno in parte, in un'area che verrà individuata per l'esposizione.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza