Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Le storie rocambolesche di Guidarello tra parole e disegni

Le storie rocambolesche di Guidarello tra parole e disegni

A Palermo spettacolo tratto dal libto di Gambaro e Pontani

PALERMO, 29 dicembre 2023, 16:57

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Illustrati da Areta Gambaro, i racconti di Guidarello Pontani sono stati pubblicati da Castelvecchi con il titolo "Te l'avevo detto di non farti i selfie!" e ora diventano uno spettacolo che la stessa Gambaro propone il 3 gennaio all'Erbario storico dell'Orto Botanico di Palermo. L'iniziativa prevede anche la proiezione di "Vuoi cambiare forma mentale?", di Gambaro e Pontani, che ha vinto il premio SorsiCorti 2022.
    Il libro è una biografia realistica e fantastica degli avventurosi incidenti di Guidarello. Storie imprevedibili, rocambolesche, improbabili e ai confini della realtà: per amore di Candice Bergen si schianta contro una vetrata; sanguinante, crede di essere soccorso, ma la polizia, vedendolo, lo lascia sull'asfalto; per rabbia dà un calcio a una palla di marmo scambiandola per un pallone; e il suo allegro cane si ammala insieme a lui. Mentre tra un incidente e l'altro il protagonista insegue il selfie perfetto, nasce e si insinua silenziosa un'idea: e se tutti cambiassero forma mentale? La performance del 3 gennaio (saranno esposte anche le tavole originali del libro), "forse è uno spettacolo, forse è un libro, ma prima di tutto è un incidente d'amore! Quello per cui si vola dall'interno delle illustrazioni all'esterno, nella vita reale.
    Quello dove i racconti si alleggeriscono al punto da innescare un vero e proprio scarto, un cambiao di forma mentale. E un sentimento forte di gioia verso la vita", dice Areta Gambaro.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza