Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Finanziaria: intesa maggioranza-minoranza, no a voto segreto

Finanziaria: intesa maggioranza-minoranza, no a voto segreto

Fallisce tentativo Miccichè,ok sostegno a Comuni tra "mal di pancia"

PALERMO, 28 dicembre 2023, 17:22

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

  Con voto palese, 34 favorevoli e 27 contrari, l'Ars ha approvato l'art.4 che assegna 3 milioni di euro ai Comuni per iniziative di carattere sociale, economico e culturale, a gestire l'avviso sarà l'assessorato regionale alla Funzione pubblica, guidato da Andrea Messina (Dc). Su questo articolo ci sono state forti tensioni all'Ars - così come c'era già state nelle commissioni Affari istituzionali e Bilancio -, con alcuni deputati delle opposizioni (Antonello Cracolici del Pd, Ismaele La Vardera del ScN, Antonio De Luca del M5s) che hanno attaccato la norma e con le parlamentari agrigentine del centrodestra Margherita La Rocca Ruvolo (Fi) e Giusy Savarino (FdI) che nelle dichiarazioni di voto avevano detto che avrebbero votato contro l'articolo, definendo "fuorviante" e "invotabile". Dopo aver suggerito invano al governo di riscrivere la norma (già modificata in commissione Bilancio per via delle tensioni) il capogruppo del Misto, Gianfranco Miccichè, ha chiesto il voto segreto, sostenendo di non avere fatto alcun accordo con nessuno affinché non si facesse ricorso a questo strumento parlamentare. "Io non ho fatto accordi con nessuno, non sto all'opposizione ma questa norma non mi piace", ha detto Miccichè. A quel punto il presidente dell'Ars Gaetano Galvagno ha chiesto agli uffici di verificare se la richiesta di Miccichè era sostenuta da sette deputati, soglia minima prevista dal regolamento parlamentare. Ma il sostegno non c'è stato.
    Il responso ha così confermato quello anche la deputata del M5s Cristina Cimminisi aveva posto come interrogativo intervenendo in aula. In effetti l'accordo complessivo raggiunto sulla manovra tra maggioranza e opposizione - con la mediazione del presidente Galvagno - contempla, come è emerso in modo evidente, anche la scelta di non fare ricorso al voto segreto. A quel punto si è proceduto col voto palese, e la norma è stata approvata. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza