Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ex poliziotto ucciso nel messinese, si indaga su movente privato

Ex poliziotto ucciso nel messinese, si indaga su movente privato

L'assassino si è costituito e ha parlato di rancori personali

PALERMO, 03 ottobre 2023, 07:46

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Secondo i carabinieri ci sarebbero rancori personali alla base dell'omicidio avvenuto ieri pomeriggio a Furci Siculo (Me). L'uomo ucciso con colpi di fucile alla testa Giuseppe Catania, 63 anni, ex agente della squadra Mobile di Messina, ora in pensione era conosciuto da tutti in paese. Gaetano Nucifora, 57 anni, l'uomo che ieri intorno alle 19 lo avrebbe freddato sul lungomare del comune ionico pieno di gente era un suo amico e avrebbe utilizzato il fucile da caccia per colpirlo alla testa più volte. Nucifora si è costituito ieri sera alla stazione dei carabinieri di Roccalumera. Operaio edile ed in precedenza commerciante con la vittima condivideva la passione per la caccia. Spesso andavano proprio a caccia assieme e le famiglie erano molto legate.
    Sembra che proprio sui rapporti sulle famiglie stiano indagando i militari dell'Arma per far luce sull'omicidio. Sul luogo del delitto ieri sera il sostituto procuratore di turno Roberta La Speme. Le indagini dei carabinieri sono coordinate dal procuratore aggiunto di Messina Vito Di Giorgio.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza