/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Letture ad alta voce, stimolo per bimbi e genitori

Letture ad alta voce, stimolo per bimbi e genitori

Al via il 30 marzo progetto dell'Unicef "Pur piccin** che tu sia

SASSARI, 23 marzo 2023, 14:21

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggere a voce alta ai bambini, già dai primi mesi di vita, ha effetti positivi sull'acquisizione del linguaggio e sulle capacità di comprensione del testo scritto, soprattutto nel lungo periodo a livello di resa scolastica. A dirlo sono diversi studi scientifici sullo sviluppo cognitivo dei neonati e dei bambini.
    Studi che mettono in evidenza anche il fatto che la lettura, da parte dei genitori, ha un'importante valenza relazionale e affettiva, che ne accresce i benefici come occasione di sviluppo emozionale e affettivo, sia per i bambini che per gli stessi genitori.
    È proprio su questi effetti benefici della lettura ad alta voce che si basa il progetto "Pur piccin** che tu sia... Leggere ai bambini in Neonatologia" che è stato presentato ieri mattina nella biblioteca della struttura di Neonatologia e Tin dell'Aou di Sassari, alla presenza del preside della Facoltà di Medicina, professor Giovanni Sotgiu, e del direttore del dipartimento Materno infantile, professor Giampiero Capobianco.
    Il progetto è stato realizzato dall'Unicef, Comitato provinciale di Sassari, in collaborazione con la Neonatologia e Tin dell'Aou di Sassari, il sistema bibliotecario del Coros Figulinas, la cooperativa Comes, il Rotary Club Sassari, il corso di Scienze dell'educazione (Dissuf) dell'Università di Sassari e dalla cooperativa sociale Edupè. L'intervento, il cui iter è stato avviato a gennaio di quest'anno, a partire dal 30 marzo entrerà nel vivo, con gli incontri con i genitori, per poi concludersi a giugno.
    Il progetto è stato illustrato dalla responsabile della Neonatologia e Tin dottoressa Maria Antonia Cossu e dalla coordinatrice dottoressa Maria Zicchi; dalla presidente del Comitato provinciale dell'Unicef dottoressa Maria Grazia Sanna con gli altri partner del progetto: i rappresentanti del sistema bibliotecario Coros Figulinas Domenico Masia in qualità di presidente, Lisa Contini in qualità di coordinatrice e Paola Cardo referente provinciale NpL della cooperativa Comes. Quindi ancora per il Dissuf la professoressa Giuseppina Manca, per il Rotary club Sassari la professoressa Tina Corda e per la cooperativa Edupè la dottoressa Maria Grazia Sias.
    I beneficiari diretti del progetto sono i piccoli ricoverati in Neonatologia, i loro genitori quindi, indirettamente, i fratellini e sorelline dei piccoli degenti del reparto al primo piano del Materno infantile. Negli incontri con i genitori si punterà a valorizzare il loro ruolo, oltreché fornire loro gli strumenti di intervento di tipo pedagogico, per sentirsi attivamente partecipi del percorso di salute del loro bambino.
    Viene sostenuto il ruolo dei genitori anche nella fase della post dimissione.
    Saranno così realizzati laboratori di gruppo con genitori (max 8/10), che avranno la durata di 2 ore, sotto la guida di una bibliotecaria e un pedagogista. Gli incontri si svolgeranno appunto nella biblioteca di Neonatologia, con cadenza settimanale e per un periodo di 3 mesi.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza