Sardegna
  1. ANSA.it
  2. Sardegna
  3. Crisi comune Nuoro, il sindaco nomina e conferma 4 assessori

Crisi comune Nuoro, il sindaco nomina e conferma 4 assessori

Soddu tiene 3 deleghe, "voglio favorire il dialogo"

Dopo la revoca dell'intero esecutivo, il sindaco di Nuoro Andrea Soddu ha firmato il decreto di nomina di quattro assessori, primo passo per varare la nuova Giunta. Sono tutte riconferme, esponenti della lista personale di Soddu alle elezioni del 2020: Fabrizio Beccu (Lavori pubblici e Sport), Fausta Moroni (Servizi sociali), Rachele Piras (Bilancio) e Valeria Romagna (Ambiente).

Le deleghe non ancora attribuite saranno tenute ad interim dal sindaco. Si tratta degli Affari generali, Cultura e Turismo, Attività produttive e Polizia municipale. "Non potevo attendere ancora - spiega il primo cittadino - cerchiamo di conciliare con chi fa parte della maggioranza. Siamo pronti a rimetterci al lavoro, le tre deleghe libere sono rimaste tali per favorire il dialogo".

Per ora nessun accordo con l'Intergruppo, che resta fuori dalla nuova squadra di governo della città. e che aveva aperto ufficialmente la crisi , un mese fa, chiedendo un cambio di passo, che non c'è stato: il sindaco infatti ha optato per la continuità. Gli ex alleati della maggioranza - ancora più in conflitto con il primo cittadino dopo l'approvazione del bilancio consolidato grazie al soccorso dell'opposizione - hanno annunciato una risposta alle scelte di Soddu nelle prossime ore.

Nel frattempo, il sindaco tira dritto. "Abbiamo scadenze amministrative improrogabili - chiarisce - l'attività del Comune deve andare avanti. Siamo stati eletti per dare risposte ai cittadini e stiamo lavorando per risolvere le questioni riguardo al completamento della formazione della nuova Giunta. Restiamo disponibili a suggerimenti e al contributo di tutto il Consiglio comunale per portare a termine il mandato". 

TENSIONE ALLE STELLE CON INTERGRUPPO - La conferma dei 4 assessori fedelissimi del sindaco di Nuoro ha acuito le tensioni con l'intergruppo, che si aspettava un cambio di passo con l'ingresso di nuovi volti espressione di tutta la maggioranza che nel 2020 aveva portato Soddu alla vittoria. Gli alleati che un mese fa hanno messo in crisi la Giunta, al momento restano fuori dal governo della città.

Le ultime tre deleghe infatti le ha tenute ad interim lo stesso Soddu, ufficialmente "per mantenere aperto il diagolo". Ma questo non ha rasserenato gli esponenti dell'intergruppo. Anzi, c'è una frase di Soddu nel comunicato del comune con cui si annunciano le 4 riconferme che agita gli alleati: "Siamo disponibili a raccogliere i suggerimenti e il contributo di tutto il Consiglio comunale per portare a termine il mandato". Un passaggio che suona come un'apertura ad altre forze politiche, a partire da Pd e M5s. E questo cambierebbe l'assetto di Giunta: da una maggioranza civica progressista a una maggioranza di centrosinistra.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere


      Modifica consenso Cookie