Sardegna

Sider Alloys: verso conferenza servizi il 21 settembre

Azienda dovrà consegnare documentazione per riavvio entro il 3

Verso la conferenza dei servizi che dovrà dare, ottenute le autorizzazioni necessarie, il via libera alla ripartenza dello stabilimento Sider Alloys di Portovesme. Oggi l'assessore dell'Ambiente della Regione Sardegna, Gianni Lampis, ha confermato l'impegno di convocarla per il 21 settembre. E' quanto emerge dal tavolo che si è tenuto in assessorato del Lavoro e al quale hanno preso parte la titolare Alessandra Zedda, l'assessora dell'Industria Anita Pili, il direttore generale della Sanità Marcello Tidore e lo stesso Lampis.

Presenti anche i rappresentanti dell'azienda, i consiglieri regionali Giorgio Oppi (Udc) e Michele Ennas (Lega) e i sindacalisti Rino Barca (Cisl), Renato Tocco (Uilm), Angelo Diciotti (Cub) e Bruno Usai (Fiom-Cgil).

Condizione necessaria per celebrare la conferenza dei servizi è che Sider Alloys produca tutta la documentazione mancante entro il 3 settembre. Tra le altre cose, l'azienda è tenuta a consegnare un report sul quadro epidemiologico dei casi di tumore in quell'area dal 2015 al 2020.

Nel frattempo, la vicepresidente della Regione Alessandra Zedda ha annunciato che verranno avviati i corsi di formazione per i 400 lavoratori attualmente coinvolti nella ripartenza: il punto su questo verrà fatto il 6 settembre in un tavolo ad hoc con azienda, Aspal e sindacati. I quali, da parte loro, hanno anche ribadito la necessità di integrare la mobilità di 450 euro e di comprendere tutti i lavoratori rimasti ancora fuori.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie