Sardegna

Covid: effetti negativi sull'economia ancora per due anni

Ricaduta sui pagamenti, aziende reagiscono con taglio costi

Ripercussioni negative della crisi Covid sull'economia ancora per uno o due anni. Secondo la stragrande maggioranza di imprenditori e manager locali ascoltati da Intrum raccogliendo le impressioni di 11.000 imprese di 29 paesi europei ci sarà una ricaduta diretta sui ritardi di pagamento, in forte aumento nei prossimi 12 mesi.

Per far fronte a questa tendenza in Sardegna più che altrove si ricorrerà al taglio dei costi: lo dice il 32% degli intervistati contro il 26% della media italiana). Per i pagamenti dalla pubblica amministrazione - secondo i dati forniti da Intrum - i tempi di attesa sono tra 76 e 100 giorni per il 42% delle imprese sarde contro una media nazionale del 17% delle aziende.

Intrum ha cercato di indagare anche in quanto tempo manager e imprenditori sardi stimano che la regione possa diventare "cashless", ossia quando farà ricorso esclusivamente alla moneta elettronica: per il 56% di loro ci vorranno circa 10 anni, mentre per il 28% i pagamenti tradizionali non spariranno mai.

"A tutti i livelli - ha commentato Antonio Rabossi, Operations Director di Intrum Italy - le aziende sono concordi nel ritenere la sana gestione del credito l'elemento chiave per la ripresa economica nella fase post-pandemica. Una sana gestione del credito investe l'impresa di un ruolo sociale: per il 67% delle aziende italiane (69% in Europa) che abbiamo intervistato, il pagamento dei fornitori nei tempi concordati è una delle componenti della responsabilità sociale d'impresa".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie