Mondiali: Camerun-Serbia gol e spettacolo, finisce 3- 3

Il mach è valido per il gruppo G di cui fanno parte anche Brasile e Svizzera

Redazione ANSA

Camerun Serbia termina 3-3 nel  mach è valido per il gruppo G di cui fanno parte anche Brasile e Svizzera

LA CRONACA

Camerun vs Serbia

Un 3-3 scoppiettante diverte il pubblico neutrale ma fa soffrire i tifosi di Camerun e Serbia che rischiano ora l'eliminazione nel girone con Brasile e Svizzera. Prodezze ed errori vanno a braccetto ma e' la Serbia che getta al vento la vittoria dopo essersi portata sul 3-1 in rimonta e avere sprecato con Mitrovic varie occasioni. Song, che paga un prezzo alto per avere messo fuori rosa per dissidi tattici in mattinata l'interista Onana, cambia le sorti della gara inserendo il talentuoso Aboubakar che con un pallonetto e un assist per Chouto-Moting fissa un rocambolesco ma giusto pari che conferma qualita' e tempra dei Leoni Indomabili. La Serbia fa harakiri perche' subisce due gol in contropiede, ma spreca con supponenza il talento e la prestanza fisica dei suoi gladiatori. Vlahovic resta spettatore mentre dispensano grande calcio Tadic e Sergei Milinkovic-Savic, la mente e il braccio della veemente rimonta.

I tifosi del Camerun ai Mondiali del Qatar

A fasi alterne la prestazione di Lukic e Kostic mentre Milenkovic si fa coinvolgere dagli errori del compagno Veljokovic. Incomprensibile la sostituzione del centrocampista della Lazio, ma evidentemente il ct Stojkovic crede nel successo nella terza gara con la Svizzera. Il Camerun va a folate, si trova in vantaggio con una prodezza di Castelletto (il padre e' nato a Udine), convince poco Anguissa, ma il cambio di passo lo consente l'esperto Aboubakar che da' spettacolo e, in collaborazione col goleador del Bayern Choupo-Moting, guida una spettacolare rimonta, che potrebbe pero' servire a poco, a meno di un'impresa contro il Brasile. C'e' molta Italia nella sfida Camerun-Serbia, che devono riscattare il ko del primo turno. Anguissa e Hongla, l'ex Koulou mentre Castelletto, autore del primo gol africano, ha il padre friulano. La Serbia e' una succursale della serie A, con all'inizio in campo i due Milinkovic-Savic, Milenkovic, Lukic e Kostic. A sorpresa il Camerun mette fuori rosa il portiere dell'Inter Onana, che litiga ancora una volta con il carismatico ct Rigobert Song, pare per questioni tattiche, nonostante la mediazione del presidente federale, l'altro ex interista Samuel Eto'o. La Serbia potrebbe mettere subito la gara in discesa la gara, ma Mitrovic prima colpisce il palo al 10' dopo una triangolazione con Tadic, poi sbaglia grossolanamente al 17' su un pasticcio difensivo. Il pericolo sfumato mette le ali al Camerun che passa al 28': su angolo Nkoulou svetta su Zivkovic e allunga per Castelletto che da due passi mette dentro. Le sgroppate di Kunde creano problemi: Vanja Milinkovic-Savic respinge al 19' e soprattutto al 43'. La Serbia cambia passo e nel recupero colpisce due volte: punizione di Tadic e colpo di testa vincente di Pavlovic, poi al 48' errore di Anguissa, Zivkovic apre per Sergei Milenkovic-Savic che trova l'angolino, ma Embassy ha un'incertezza fatale. I due schiaffoni nel recupero intontiscono il Camerun.

FIFA World Cup 2022 - Group G Cameroon vs Serbia

La Serbia si distende e si diverte e con un'azione da calcetto all'8' triplica: miriade di passaggi tra Milinkovic-Savic, Zivkovic e Kostic che ubriaca la difesa avversaria, pallone pulito per Mitrovic che stavolta non sbaglia. Sembra fatta ma gli europei fanno l'errore di allentare l'attenzione. Song prova la carta Aboubakar e gli effetti si vedono subito. Al 19' l'ex attaccante del Porto supera un difensore e con un pallonetto beffa il portiere serbo. L'arbitro fischia il fuorigioco, ma il var convalida e dopo 2' il Camerun pareggia: ancora in contropiede, ancora un errore nella disposizione del fuorigioco di Veljkovic. Aboubakar si invola e serve al centro Choupo-Moting che fa impazzare i suoi tifosi. Squadre spaccate in due, capovolgimenti di fronte e Mitrovic si mangia un altro gol al 30'. Girandola di cambiamenti, a sorpresa esce anche Milinkovic-Savic. Aboubakar e Mitrovic provano a forzare il 3-3 ma senza conseguenze. Il Camerun si deve accontentare della rimonta, la Serbia si mangia le mani per le occasioni sprecate.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie