Fisici-chimici, 'c'è carenza di nostre figure nella Pa'

Passi avanti in Dl rilancio con crediti 'Ecm' estesi a categorie

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 20 LUG - "Da anni si evidenzia un reale e proprio depauperamento di competenze di chimici e fisici, come avvenuto anche per altre professioni sanitarie, in relazione alle varie leggi di bilancio che hanno ridotto drasticamente le risorse economiche ed umane" ed è "necessario rivedere il fabbisogno di chimici e fisici, non sempre compreso a livello regionale, alla luce di questi ultimi avvenimenti che li hanno visti protagonisti, e porre rimedio definitivamente alla carenza di scuole di specializzazione di chimici anche attivandone delle nuove più specifiche. Tale carenza comporta grosse difficoltà di accesso ai concorsi banditi in ambito sanitario e, più in generale, della Pubblica amministrazione". Lo si legge in una nota della Federazione nazionale dei fisici e dei chimici, presieduta da Nausicaa Orlandi, in cui si ricorda come il decreto rilancio, divenuto legge con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale, abbia, tra l'altro, previsto che il 'bonus Ecm" fosse esteso "anche ai chimici e fisici che hanno continuato a svolgere la propria attività professionale nel periodo dell'emergenza derivante dal Covid-19 e grazie al quale si intendono già maturati di un terzo i crediti Ecm del triennio 2020-2022". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


    Modifica consenso Cookie