Tributaristi, 'no a proroga fiscale? Aiuteremo i contribuenti'

Alemanno (Int), prendiamo atto scelta governo senza far proteste

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 20 LUG - L'Istituto nazionale tributaristi (Int) non vede con favore "il categorico 'no' del ministero dell'Economia alla richiesta di rinvio al 30 settembre dei versamenti da dichiarazione dei redditi", ma i professionisti iscritti all'associazione, preso atto di ciò, "non hanno pensato a proteste, o contestazioni, che peraltro non hanno mai portato a nulla di positivo, ma a come poter aiutare i contribuenti in difficoltà, pur sempre nell'ambito dell'assistenza derivante dal mandato professionale". Lo si legge in una nota del presidente Riccardo Alemanno, che agli associati ha dato l'indicazione di "svolgere gratuitamente a favore dei loro assistiti le attività collegate al ricalcolo dei versamenti con applicazione dello 0,40% in caso di rinvio al 20 agosto, ai calcoli per il ravvedimento operoso su ulteriore tardività dei versamenti e alla rideterminazione degli acconti in base ai redditi presuntivi per l'anno 2020". Non è, comunque, riferisce, "un momento facile neppure per i tributaristi, che hanno difficoltà ad incassare i loro compensi professionali oltre ad essere contribuenti come i loro assistiti, che incolpevolmente stanno subendo le conseguenze di una crisi economica forse non compresa nella sua drammaticità da taluni apparati pubblici, pertanto non è cosa di poco conto svolgere volontariamente queste attività gratuitamente, ma è un segnale forte, di responsabilità, che vogliamo dare allo Stato da cui abbiamo avuto un diniego, peraltro contestato non solo dalle opposizioni, ma anche dall'interno della stessa maggioranza di Governo", si chiude la nota. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie