Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Arca-Rho: fideiussione assicurativa per investigatori privati, una soluzione vantaggiosa

Pagine Sì! SpA

La disciplina che regolamenta il ruolo e l’operato dell’investigatore privato è cambiata notevolmente nel tempo. Al fine di ordinarne l’attività e a garanzia di eventuali sanzioni è stato introdotto, oltre a precisi requisiti formativi, il deposito di una somma di denaro, di non poco conto, presso la cassa depositi e prestiti dello Stato.

Cosa possono fare dunque gli aspiranti Sherlock Holmes per dribblare le ingenti somme richieste a garanzia per avviare o svolgere l’attività investigativa?

“Una volta presentati tutti i documenti per ottenere la licenza occorre versare un deposito cauzionale stabilito in base alle dimensioni e alla tipologia di servizi svolti dall’attività investigativa”, introduce Giovanni Mella, titolare dell’agenzia assicurativa milanese Arca-Rho. “L’articolo 137 del Tulps, per l’esercizio della professione investigativa, impone una cauzione, beneficiario la Prefettura di competenza territoriale, ‘a garanzia di tutte le obbligazioni inerenti all'esercizio dell'ufficio e della osservanza delle condizioni imposte dalla licenza’. Si tratta di somme di una certa rilevanza che non tutti naturalmente sono in grado di coprire. Per intenderci, si parte da una base di euro 25.000, quale somma da garantire dagli istituti di investigazioni mentre, per gli istituti di informazioni commerciali, la base di partenza ammonta addirittura a 40.000 euro. Va precisato - prosegue - che le somme di cui sopra devono essere poi incrementate di 10.000 euro per ogni sede secondaria autorizzata. Non solo, per gli istituti di investigazione la somma base di euro 20.000 va integrata di euro 5.000 per ogni tipo di servizio autorizzato”.

Per evitare questo oneroso deposito presso la Prefettura di competenza, gli investigatori privati hanno oggi la possibilità di ricorrere alla fideiussione assicurativa per le autorizzazioni prefettizie. L’agenzia assicurativa Arca-Rho, con sede a Rho (Milano), opera nel campo dell’intermediazione assicurativa dal 1996. Grazie ad un’apposita convenzione riservata ai soci Federpol, di cui l’agenzia Arca-Rho si occupa in esclusiva sul territorio nazionale, è possibile ottemperare alle vigenti normative con un notevole risparmio economico.

“Il vantaggio è considerevole in quanto il costo della polizza fideiussoria è irrisorio rispetto alle garanzie che tale strumento fornisce”, sottolinea il Dott. Mella. “Il premio della fideiussione assicurativa inoltre, può essere corrisposto annualmente o in un’unica soluzione per le garanzie pluriennali. Normalmente le variabili che definiscono l’entità del costo sono diverse e comprendono: l’importo coperto dalla fideiussione, il tasso che viene stabilito in base al livello di rischio della solvibilità del richiedente e la durata della polizza stessa. Nel nostro caso abbiamo standardizzato i costi per gli associati Federpol, ferma la valutazione finanziaria del richiedente”.

L’agenzia assicurativa Arca-Rho è in grado di proporre agli investigatori privati soluzioni personalizzate, le cosiddette Rc professionali, mettendo al servizio dei propri clienti un know-how ultra decennale, con chiarezza e competenza, fornendo il necessario supporto tecnico.

“L’iter burocratico per il rilascio di una fideiussione assicurativa o polizza fideiussoria assicurativa non è affatto complicato”, conclude il Dott. Giovanni Mella. “Consiste nel richiedere ad una compagnia di assicurazioni di assumere il ruolo di garante di fronte alla richiesta di credito da parte della Prefettura. La nostra agenzia è in grado di fornire agli investigatori privati la fideiussione assicurativa necessaria all’ottenimento ed al mantenimento della licenza investigativa in circa 48 ore lavorative”.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Modifica consenso Cookie