Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale IMG SOLUTION SRL

Borsa e investimenti: ecco le azioni da comprare nel 2022 secondo gli esperti

IMG SOLUTION SRL

Dopo un 2021 positivo il mercato azionario è stato scosso dai timori sulla variante africana del Covid-19, una mutazione che preoccupa i governi e gli investitori. L’effetto diretto è stato il venerdì nero per le borse finanziarie, con crolli intorno al 5% per le principali piazze d’affari, proprio quando il Black Friday avrebbe dovuto spingere i consumi e sostenere i mercati.

Secondo molti analisti non bisogna farsi prendere dal panico, mantenendo un approccio prudente in attesa di ulteriori sviluppi del nuovo ceppo di SARS-CoV-2, sebbene la situazione stia peggiorando sia negli Stati Uniti che in Europa. Gli esperti consigliano per il momento di concentrarsi sull’azionario europeo, considerando la conferma della politica monetaria accomodante anche per il 2022 da parte della BCE, mentre la FED potrebbe avviare presto il tapering.

Tra i titoli da monitorare in vista del prossimo anno ci sono soprattutto le azioni value europee, i titoli fintech con buone prospettive di crescita e ovviamente i titoli tecnologici in vista di una possibile recrudescenza del virus. Questo contesto potrebbe favorire ulteriormente i Big Pharma, in primis le aziende che producono vaccini con tecnologia mRNA come BioNTech, Pfizer e Moderna, mentre è atteso un calo per i titoli petroliferi con la possibile contrazione del greggio nei prossimi mesi.

Come investire in azioni online oggi

L’avvicinamento di molti investitori retail al mercato azionario richiede maggiore prudenza in questo momento, infatti, dopo circa 19 mesi di crescita ininterrotta l’equity sta entrando in una nuova fase di turbolenza. Come riportato nella guida del sito Tradingtop.it è importante comprare azioni in modo cauto e consapevole, partendo dalla pianificazione di una strategia d’investimento diversificata e resiliente con un’attenzione particolare alla gestione del rischio.

Per questo motivo è importante dedicare tempo allo studio e alla buona formazione, per apprendere i rudimenti dell’analisi tecnica e fondamentale allo scopo di essere in grado di investire in borsa in maniera autonoma in modo efficiente. Inoltre è essenziale scegliere un broker regolamentato per operare sui mercati finanziari, controllando la licenza dell’intermediario e la reputazione dell’operatore, usando il conto demo per provare il servizio proposto dal broker ed essere certi di prendere la decisione giusta.

Allo stesso tempo bisogna comprendere in che modo investire online in azioni, ad esempio se strutturare un portafoglio diversificato per il lungo termine oppure speculare sulle oscillazioni del prezzo dei titoli attraverso il trading CFD. Ovviamente le due strategie possono convivere insieme a seconda dei propri obiettivi d’investimento, basta comprendere in modo adeguato le dinamiche del mercato e i meccanismi che regolano le operazioni di compravendita di azioni in borsa.

Al giorno d’oggi chiunque può investire sui mercati finanziari, infatti molti broker propongono costi ridotti, depositi minimi bassi e spread contenuti sugli eseguiti, garantendo la massima accessibilità alle soluzioni di trading online. Tuttavia è necessario proteggere sempre il proprio capitale, scegliere con attenzione i titoli adatti su cui investire, adottare strategie ottimali di risk management e operare soltanto in settori che si conoscono dopo un attento studio del contesto macroeconomico di riferimento.

Le nuove prospettive per titoli tech e fintech

Nello scenario attuale i settori tech e fintech stanno catturando l’attenzione degli investitori, grazie al buon potenziale di crescita anche nel caso di un aumento dei contagi e del ritorno alle misure di lockdown. Un settore particolarmente interessante è il mercato dei pagamenti digitali che in Europa vale 260 miliardi di euro e potrebbe crescere del 7% entro il 2025.

Tra i titoli da monitorare secondo gli esperti ci sono Wordline e Adyen, entrambi con rating buy da parte degli analisti di BofA Securities con un’ottima prospettiva di crescita per il lungo periodo. Allo stesso modo non bisogna sottovalutare la concorrenza da parte delle nuove soluzioni di pagamento online, come i prestiti crypto e i prestiti tra privati, quest’ultimi sempre più diffusi negli acquisti su internet e nei finanziamenti delle imprese con la cessione delle fatture online.

Anche i titoli tecnologici rimangono delle azioni solide da avere in portafoglio, come dimostrano le ottime prestazioni nel 2021 dei Big Tech come Alphabet (Google), Apple, Microsoft e Facebook. Ad ogni modo la parola d’ordine per il 2022 rimane la diversificazione, con attenzione soprattutto alla gestione del rischio e all’asset allocation del portafoglio, cercando rendimenti sostenibili senza esporsi eccessivamente in vista di mesi che potrebbero essere particolarmente turbolenti all’inizio del prossimo anno.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale IMG SOLUTION SRL

Modifica consenso Cookie