Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale WolfAgency.it

Il contextual targeting spiegato da Gianpio Gravina di Publicom

WolfAgency.it

Nell’ambito della pubblicità digitale si parla sempre di più di contextual targeting. Infatti stiamo assistendo all’affermarsi di strade diverse da quelle tradizionali per affrontare al meglio la scomparsa di cookie di terza parte. L’obiettivo è comunque quello di non rinunciare alla qualità delle campagne e di focalizzarsi su un targeting contestuale per affrontare al meglio le sfide che il nuovo mercato porta con sé. Sarebbe importante pianificare delle campagne di digital advertising, tenendo conto di tutta la situazione piuttosto complessa a cui ci stiamo avviando. Dell’argomento ne ha parlato anche Gianpio Gravina, CEO dell’agenzia digitale Publicom.

Le opinioni di Gianpio Gravina

Gianpio Gravina, CEO dell’agenzia milanese Publicom, ha avuto occasione varie volte di soffermarsi sul futuro delle campagne pubblicitarie e su un digital advertising in cui viene meno il ricorso al cookie based.

Per questo ha avuto occasione anche di parlare del targeting contestuale, che, se ben attivato, dovrebbe portare ad avere contenuti pubblicitari coerenti e sempre più particolari. Gianpio Gravina, col suo team di esperti, si avvale della collaborazione con i migliori provider per definire i contenuti e i temi che sono in linea con gli obiettivi di comunicazione degli utenti.

Il CEO di Publicom ha spiegato che il targeting contestuale dà la possibilità di selezionare delle parole chiave e delle categorie di argomenti in ottica semantica, in modo che i contenuti possano posizionarsi in ambienti molto vicini al tema stesso di cui ci si sta occupando.

Per questo motivo diventano sempre più importanti le campagne video display, perché si bada sempre di più alla qualità della coerenza comunicativa. Non possiamo ignorare, infatti, che ormai la pubblicità digitale si propone di dare percezione del brand e di analizzare questa percezione stessa.

L’obiettivo principale è quello sempre di raggiungere l’utente con messaggi coerenti, in modo da veicolare pubblicità che risulti affine ai suoi interessi.

Un obiettivo non da poco, quindi, per raggiungere il quale occorre predisporre un lavoro programmatico di ottimizzazione, basato su un’analisi accurata del pubblico a cui ci si rivolge e sulla predisposizione di precisi messaggi da trasmettere attraverso le campagne. Il tutto si basa sul massimo controllo nell’erogazione di contenuti ADV digitali, per fare in modo che si raggiunga un target specifico.

L’esperienza di Gianpio Gravina

Gianpio Gravina si è laureato nel 2010 al Politecnico di Milano in Ingegneria delle Telecomunicazioni. La sua carriera lavorativa è iniziata con una collaborazione per Vodafone Global, fino a quando nel 2012 ha fondato a Milano Publicom, una web agency che in poco tempo è diventata un punto di riferimento per tutto ciò che riguarda l’advertising e il settore pubblicitario in generale.

Nel frattempo Gravina ha continuato la sua formazione, conseguendo corsi di perfezionamento a Londra e certificazioni Google. Nel corso del tempo ha avuto modo di consolidare rapporti di collaborazione con società anche italiane che si occupano di realizzare progetti ad alto valore tecnologico e che si basano sull’innovazione digitale. Nel 2018 Gravina è stato eletto nel consiglio direttivo del gruppo giovani di Confcommercio Milano.

Gravina coordina un team di 20 collaboratori e opera in vari Paesi, a livello globale. La sua offerta, in Publicom, si contraddistingue per la grande attenzione nei confronti dei clienti e nella progettazione di percorsi collegati strettamente al business aziendale.

Publicom si occupa di pubblicità, di marketing, di media planning, di SEO, di Search Engine Advertising. Tenendo conto degli standard attuali di mercato e unendo diverse competenze, la web agency di cui stiamo parlando pone le basi fondamentali per operare in diversi ambiti, fra i quali, oltre a quelli già citati, possiamo ricordare il Display ADV, le Performance ADV, il Social Media Marketing e il Direct Email Marketing.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale WolfAgency.it

Modifica consenso Cookie