PNRR - Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

  1. ANSA.it
  2. ANSA PNRR
  3. Basilicata
  4. Cupparo: "Misure sanitarie rilevanti per aree rurali"

Cupparo: "Misure sanitarie rilevanti per aree rurali"

Il commento dell'assessore lucano all'agricoltura

Redazione ANSA POTENZA

(ANSA) - POTENZA, 27 MAG - "L'obiettivo centrale perseguito dal Contratto integrativo di sviluppo (Cis), di cui al "Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) - Misura 6 (Sanità) - di rafforzare le prestazioni erogate sul territorio grazie all'attivazione e al potenziamento di strutture e presidi territoriali (come le Case della Comunità e gli Ospedali di Comunità), potenziando l'assistenza domiciliare, lo sviluppo della telemedicina e una più efficace integrazione con tutti i servizi sociosanitari, ha una rilevanza specifica e particolare nelle aree rurali, nei comuni più interni e in quelli a maggiore popolazione di anziani agricoltori". Lo ha detto - in una nota diffusa dall'ufficio stampa della giunta lucana - l'assessore regionale all'agricoltura, Francesco Cupparo, sottolineando che "è soprattutto nelle contrade rurali e tra gli agricoltori over 65enni che si risentono i maggiori problemi per la tutela della salute e il rafforzamento dei servizi sociali".
    Per Cupparo, "la strada imboccata dalla Giunta Bardi, con il lavoro dell'assessore alla salute, Francesco Fanelli, punta principalmente a superare l'attuale condizione di svantaggio che vede i cittadini delle aree rurali non avere a disposizione le stesse opportunità di cura, prevenzione e tutela della salute di quanti risiedono nei capoluoghi e nei comuni medio-grandi. Per questa ragione l'impegno che attende la giunta è di carattere interdipartimentale e trasversale per costruire una rete assistenziale tra Ospedali, servizi distrettuali come Case della Salute e Poliambulatori e Medici di famiglia. Politiche sociali e servizi socio-sanitari efficaci - ha continuato l'assessore - rappresentano una delle condizioni essenziali per innescare processi virtuosi di crescita e di sviluppo economico e occupazionale dei territori, fermare lo spopolamento e l'abbandono di zone agricole e produttive. Una necessità, quest'ultima - ha concluso - particolarmente sentita e importante nelle aree marginali e a vocazione agricola della nostra regione e del Paese". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: