Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

E' morto Musiello, ex attaccante di Roma, Genoa e Avellino

E' morto Musiello, ex attaccante di Roma, Genoa e Avellino

Nel '76 capocannoniere in B ex aequo con Pruzzo. Aveva 70 anni

SALUZZO, 23 gennaio 2024, 14:00

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

E' morto a Saluzzo (Cuneo), dove viveva, Giuliano Musiello, ex attaccante, tra le altre squadre, di Roma, Genoa e Avellino, squadra con la quale vinse, ex aequo con Roberto Pruzzo, il titolo di capocannoniere della serie B, con 18 reti, nel 1975/76. Aveva 70 anni, è mancato questa mattina dopo una breve malattia.
    Nato a Torviscosa, in Friuli, nel 1954, è stato attaccante negli anni '70 in diverse squadre di Serie A e B.
    Cresciuto tra Spal e Atalanta, venne lanciato in Serie A nella stagione 1972/73 dai bergamaschi. Il passaggio alla Juventus, l'anno successivo, non portò ad una stagione fortunata: nella squadra allenata da Vycpalek giocò soltanto in Coppa Italia, segnando una rete in Coppa Italia, contro il Cesena.
    Nella Roma di Nils Liedholm giocò 2 campionati. Poi passò al Genoa, all'Hellas Verona (ancora in A, con 21 presenze e 3 gol), e al Foggia prima dell'addio al grande calcio e il trasferimenti in provincia, tra Cuneo, Novara e Savona. Chiuso con il calcio giocato, Musiello aprì una scuola calcio a Saluzzo che ancora oggi porta il suo nome.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza