/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Spaccio nei boschi sul lago Maggiore, denunciati 7 pusher

Spaccio nei boschi sul lago Maggiore, denunciati 7 pusher

Vicino allo svincolo autostradale di Brovello-Carpugnino (Vco)

VERBANIA, 14 marzo 2023, 12:34

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sette persone, tutte giovane e di origine nordafricana, sono state denunciate dai carabinieri di Stresa (Verbano-Cusio-Ossola) per spaccio continuato in concorso. Sarebbero loro, secondo gli inquirenti, i pusher che da tempo hanno trasformato i boschi attorno all'uscita autostradale di Brovello-Carpugnino, sulle alture del lago Maggiore, in una piazza di spaccio.
    L'indagine, durata diversi mesi, è scattata dalle segnalazioni dei cittadini che abitano nelle colline sopra Stresa, che avevano notato un viavai diurno e notturno di persone. Un sospetto fondato, dal momento che proprio in quella zona negli ultimi mesi le forze dell'ordine hanno scoperto più di trenta persone, residenti tra le province di Novara e Vco, in possesso di sostanze stupefacenti, tra hashish, cocaina ed eroina.
    Attraverso gli appostamenti dei carabinieri e grazie alle testimonianze raccolte dagli inquirenti, i sette pusher sono stati identificati. Lo scorso 9 febbraio, un blitz di carabinieri, polizia e guardia di finanza aveva portato alla scoperta di bivacchi e nascondigli nei boschi probabilmente utilizzati dagli spacciatori, oltre al rinvenimento di 40 grammi di cocaina e 30 di eroina, mannaie e coltelli.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza