Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

In Bulgaria da oggi divieto di importare petrolio russo

In Bulgaria da oggi divieto di importare petrolio russo

Difficoltà nei rifornimenti di cherosene per i velivoli di Stato

SOFIA, 01 marzo 2024, 14:12

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

In Bulgaria da oggi entra in vigore il divieto di importazione di petrolio russo, utilizzato nella Lukoil, l'unica raffineria di petrolio nel paese di proprietà russa, e il commercio dei rispettivi prodotti petroliferi.
    L'anno scorso la Commissione europea aveva concesso alla Bulgaria una deroga alle sanzioni fino alla fine del 2024 in modo che Sofia potesse superare la dipendenza dal petrolio russo di oltre l'80%. Nel dicembre del 2023 però la cosiddetta 'maggioranza euroatlantica' al parlamento di Sofia ha deciso di ridurre il termine di tale deroga al 29 febbraio 2024. Ieri l'operatore dei velivoli di Stato, 'Stormo 28', ha informato il ministero dei Trasporti che a partire da oggi gli aerei di Stato rimarranno a terra per mancanza di cherosene. Il direttore Zlatko Zlatev rileva che il contratto con la 'Lukoil Aviation Bulgaria' è scaduto il 29 febbraio e non può essere rinnovato a causa delle sanzioni entrate in vigore. L'agenzia d'informazione News.bg scrive che la 'Lukoil Aviation Bulgaria' vendeva il cherosene per gli aerei governativi bulgari a 1.009 dollari statunitensi a tonnellata. Nei giorni scorsi un altro fornitore, la 'Soft Connect', ha proposto un'offerta di oltre 3.400 euro a tonnellata. Secondo Zlatev o prosegue la derogaz almeno per il cherosene, oppure si paga un prezzo molto più alto per il carburante. Lo stormo di velivoli di Stato bulgaro comprende un Airbus A319, un Falcon 2000, due elicotteri Mi-8 e un elicottero Agusta AW109.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.