Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Tajani a Rama, auspichiamo l'Albania in Ue prima del 2030

Tajani a Rama, auspichiamo l'Albania in Ue prima del 2030

'Per l'Italia è un partner strategico'

ROMA, 27 settembre 2023, 15:36

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Per noi l'Albania è un partner strategico. L'Italia considera i Balcani occidentali una priorità della nostra politica estera e siamo assolutamente favorevoli all'ingresso nell'Ue di questi Paesi, a cominciare dall'Albania. Ci auguriamo che ciò avvenga prima del 2030". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, alla Farnesina con il premier albanese Edi Rama.
    Sul fronte della migrazione, in particolare sulla rotta balcanica, "con l'Albania c'è già collaborazione. Bisogna combattere i trafficanti di essere umani che sono gli stessi trafficanti di droga e armi. Lavoriamo molto con la nostra Guardia di finanza e le forze dell'ordine albanesi, ma dobbiamo ulteriormente rafforzare la collaborazione. Non bastano uno, due, tre Paesi: serve un'azione forte dell'Europa e dell'Onu", ha aggiunto Tajani. 

L'Italia condanna le violenze in Kosovo ed è pronta a valutare "l'ipotesi di un rafforzamento del dispositivo Kfor per evitare incidenti e vittime. Ne ho parlato con il ministro Crosetto". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, alla Farnesina con il premier albanese Edi Rama. "Credo che l'Italia per la sua capacità di dialogare con tutti possa continuare a svolgere il suo ruolo per portare la pace in un territorio molto complicato. Le soluzioni non sono mai quelle della guerra ma quelle della diplomazia. Invito tutti a riconoscersi nella dichiarazione di Borrell del 19 settembre e a lavorare per la pace", ha aggiunto.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.