Marche
  1. ANSA.it
  2. Marche
  3. La Regione informa
  4. Scuola: Acquaroli, auspicio attività più serena possibile

Scuola: Acquaroli, auspicio attività più serena possibile

Presidente a studenti,dopo 2 anni difficili, ritrovata normalità

   In vista della prima campanella nelle Marche il 14 settembre prossimo, l'auspicio del presidente della Regione Francesco Acquaroli, "è che lo svolgimento delle attività potrà mantenersi il più sereno possibile, affinché possiate dedicarvi con passione alla vostra formazione, agli impegni scolastici, ad apprezzare il senso di comunità, riconoscendo e valorizzando le differenze e rafforzando il vostro pensiero critico e la vostra libertà".
    E' un passaggio del messaggio del presidente. "Rivolgo a tutte le scuole marchigiane, di ogni ordine e grado, un augurio sentito per un buon inizio dell'anno scolastico. - scrive Acquaroli - Il mio pensiero va a tutti gli studenti, dai più piccoli alunni che varcano per la prima volta l'atrio di una scuola, fino ai maturandi che alle porte della prossima estate si troveranno ad affrontare l'esame conclusivo. L'inizio del nuovo anno scolastico è carico di aspettative, di desideri e progetti da realizzare, di tante nuove cose da scoprire, ma anche di difficoltà e ostacoli che andranno superati con impegno e dedizione".
    "Quest'anno, care ragazze e cari ragazzi, il percorso educativo che siete in procinto di iniziare è condensato da una ritrovata normalità, dopo due anni molto difficili - ricorda - che vi hanno visti, più di tutti, dover sacrificare le vostre giornate e le vostre attività scolastiche ed extrascolastiche.
    Il senso di responsabilità e il rispetto delle regole che avete tenuto hanno dimostrato il vero significato dell'essere comunità, dell'altruismo e della cittadinanza attiva, valori che le istituzioni scolastiche si impegnano a trasmettervi giorno dopo giorno".
    "L'auspicio è che lo svolgimento delle attività potrà mantenersi il più sereno possibile, affinché possiate dedicarvi con passione alla vostra formazione, agli impegni scolastici, ad apprezzare il senso di comunità, riconoscendo e valorizzando le differenze e rafforzando il vostro pensiero critico e la vostra libertà. Il percorso scolastico deve rappresentare per ciascuno di voi l'occasione di crescita personale e culturale, per stimolare e accrescere le vostre attitudini e i vostri talenti".
    "La Scuola, assieme alla famiglia, - sottolinea il presidente - è chiamata a dare ai giovani gli strumenti per diventare le donne e gli uomini del domani, cittadini consapevoli e capaci di prendere in mano le redini del futuro".
    "Rivolgo il mio saluto al corpo docente, ai dirigenti scolastici e a tutto il personale amministrativo, tecnico e ausiliario. Agli insegnanti spetta il compito fondamentale e delicato di guidare i nostri giovani nel percorso di crescita e di formazione, - prosegue - far comprendere la stretta correlazione tra diritti e doveri, raccontare che non può esserci libertà senza rispetto dell'altro, a cominciare dal proprio vicino di banco, trasmettere le conoscenze e le competenze che saranno gli strumenti per costruire il futuro. Da parte nostra, come Amministratori pubblici, sentiamo forte la responsabilità e l'orgoglio di starvi vicino, di essere dalla parte del confronto e del costante dialogo, di sostenere la scuola in questo compito difficile, con la consapevolezza di dover e voler assicurare il vostro futuro con tutti gli strumenti che avremo a disposizione.
    Con il profondo convincimento - conclude Acquaroli - che la nostra Regione potrà crescere solo grazie alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi, alla loro voglia di fare, alla loro determinazione e all'impegno che spenderanno in tutte le sfide della vita; a partire da oggi! Auguri per un buon inizio dell'anno scolastico". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere


      Modifica consenso Cookie