Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Castelli, "Partito popolare del Nord alle Ammnistrative"

Castelli, "Partito popolare del Nord alle Ammnistrative"

Ex ministro ad Ancona, prima firma bandiera in sezione regionale

ANCONA, 20 dicembre 2023, 15:39

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Saremo alle Amministrative in primavera e guarderemo a movimenti e partiti autonomisti e federalisti. Sicuramente non possiamo collocarci a sinistra perché siamo contro la globalizzazione, contro il pensiero unico e contro lo stravolgimento delle nostre tradizioni". Così ad Ancona l'ex ministro della Giustizia Roberto Castelli che ha presentato, con esponenti locali del movimento, il Partito popolare del Nord per "autonomia e libertà". In questo contesto la prima firma del segretario federale sulla bandiera nella sezione delle Marche che, ha osservato l'ex consigliere regionale leghista Sandro Zaffiri, "devono guardare al Nord".
    Presenti anche altri esponenti del partito come Lodovico Doglioni e Luigi Argalia; quest'ultimo sarà probabilmente il segretario regionale del partito.
    Per le prossime Europee Castelli dubita ma non esclude la possibilità di parteciparvi: "è una partita difficilissima, bisogna essere tantissimi e forti e ora non siamo tanti ma può darsi che qualcosa faremo"; l'invito agli elettori è "partecipare e votare partiti autonomisti e indipendentisti". "I temi del federalismo e dell'autonomia sono stati abbandonati - ha attaccato - nessuno parla più della questione settentrionale, della necessità di trasformare l'Italia in un Paese federale.
    Per cui siamo dovuti scendere in campo per non far morire queste idee". Dure critiche di Castelli alla Lega, chiamata "Salvini Premier", e al segretario e vice presidente del Consiglio: "non pensavo avrebbe tradito così la politica per cui ci eravamo costituiti e per cui anche Salvini ha combattuto per anni. A un certo momento cambia radicalmente, non ci rappresenta più: non è la voce del Nord. E' diventato un partito centralista di destra con venatura meridionalista; il segretario ha in mente solo il Ponte di Messina". "Vogliamo un partito che sia il sindacato del Nord, - ha rimarcato Castelli -, porti avanti le istanze del Nord, non in contrapposizione con gli altri ma neanche dobbiamo essere succubi di Roma. Il secessionismo? Un'idea non più praticabile, vogliamo essere parte di una comunità ma non con i nostri diritti calpestati come oggi".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza