Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A Milano al via Callas 100, Maria pubblica e privata in foto

A Milano al via Callas 100, Maria pubblica e privata in foto

Mostra alle Gallerie d'Italia con le immagini di Publifoto

MILANO, 09 novembre 2023, 16:21

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La prima fotografia ha la data del primo dicembre 1954: Maria Callas è seduta nella platea del teatro alla Scala intenta a parlare con tre leggendari direttori d'orchestra Arturo Toscanini, Victor de Sabata e Antonino Votto in una pausa delle prove della Vestale in cui trionferà il 7 dicembre. L'ultima è del 7 dicembre 1970 all'inaugurazione della stagione: ma questa volta Maria è spettatrice, seduta nel palco del sovrintendente. E' nello spazio fra queste due foto la parabola della carriera e della vita di Maria Callas raccontata nella mostra 'Maria Callas. Ritratti dall'archivio Publifoto Intesa Sanpaolo' visibile fino al 18 febbraio 2024.
    Sì apre così, con l'esposizione curata da Aldo Grasso, ufficialmente Callas100, il palinsesto di eventi organizzati a Milano in occasione del centenario come omaggio alla Diva per eccellenza che coinvolge fra gli altri anche il Comune, la Scala e il Piccolo Teatro, e che sarà presentato all'istituto Italiano di cultura a Parigi la prossima settimana.
    Sono in tutto 91 le immagini della Callas selezionate fra le 1500 disponibili nell'archivio di Publifoto, agenzia fotografica fondata nel 1936, che è stato acquisito da Intesa Sanpaolo. Si tratta di immagini posate per servizi nei rotocalchi dell'epoca, come quelle nella sua casa milanese di via Buonarroti o mentre prova abiti nell'atelier Biki, ma molto più spesso rubate, come quella che rese pubblica la sua relazione con Onassis. Immagini che una volta erano di cronaca ed ora raccontano un mito, una donna riuscita ad emergere contro ogni pronostico.
    "E' stato difficilissimo scegliere le immagini. Le foto - ha spiegato Grasso - erano tutte belle e significative ma abbiamo usato il criterio di scegliere foto che fossero 'vive', che si prestano a riletture".
    "Non dobbiamo pensare Callas regina, staccata dal mondo" ha aggiunto il presidente emerito di Intesa Sanpaolo Giovanni Bazoli definendo la mostra "qualcosa di speciale".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza