Edilizia: Scajola, possibile demolizione Lavatrici

Assessore risponde a una interrogazione della minoranza

(ANSA) - GENOVA, 14 LUG - La Regione Liguria sta valutando la possibilità di demolire il complesso edilizio sociale delle Lavatrici di Prà, ma non esiste al momento un progetto definitivo. Lo conferma l'assessore regionale all'Urbanistica Marco Scajola in Consiglio regionale rispondendo a interrogazioni dei consiglieri Fabio Tosi (M5S), Giovanni Lunardon (Pd) e Valter Ferrando (Iv).
    "Stiamo valutando la demolizione in un'ottica di collaborazione con i cittadini come abbiamo fatto con la Diga di Begato, ma non c'è ad oggi un programma definitivo. - ribadisce l'assessore - Adesso siamo concentrati su Begato, vorremmo che in tutta la Liguria chi vive nei cosiddetti alloggi popolari avesse qualità e dignità del proprio alloggio, anche per chi alle Lavatrici è proprietario dell'immobile". "Demolire la Diga di Begato è stato uno sforzo immane, - commenta Scajola - sono vent'anni che le amministrazioni dicono 'demoliremo la Diga di Begato, daremo dignità ai cittadini', poi come sempre avviene in politica, molti annunciano, pochi fanno, noi l'abbiamo fatto".
    Pur condividendo la necessità di riqualificare il complesso delle Lavatrici il capogruppo M5S Tosi, ha definito le "dichiarazioni pubbliche" della Giunta Toti "inopportune, visto che non si è confrontata con gli abitanti del quartiere e non esiste un progetto definitivo. "L'ennesima politica degli annunci", commenta il capogruppo Pd Lunardon. "Un padre di famiglia non può accendere la televisione e sapere che il suo immobile forse verrà buttato giù", sottolinea il consigliere di Italia Viva Ferrando. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie