Liguria

Confindustria Genova, caccia finale a voto per il presidente

Domani il consiglio. Scrutinio segreto per la designazione

(ANSA) - GENOVA, 21 GIU - E' l'ultimo giorno per conquistare voti e la caccia è aperta. Domani pomeriggio la riunione del consiglio generale di Confindustria Genova (73 componenti ma solo una sessantina di elettori, perché sono esclusi i competitor e gli "invitati" nel consiglio che non hanno diritto al voto), designerà il nuovo presidente di Confindustria Genova, che succederà a Giovanni Mondini. La corsa fra Sandro Scarrone (Cetena) uomo Fincantieri con il sostegno di parte del mondo metalmeccanico e del mare e Umberto Risso (Autogas Nord), che gode l'appoggio delle famiglie genovesi, in ticket con Sonia Sandei (manager Enel, sostenuta in primis da Leonardo) che ha rinunciato alla corsa alla presidenza scegliendo l'alleanza con una vicepresidenza forte e una delega sul recovery plan, si giocherà fino all'ultima ora. La votazione è segreta e questo rende ancora più difficile fare previsioni; anche un solo voto può fare la differenza e nessuno dei due contendenti, ad ora, sembra avere una maggioranza schiacciante. Il designato, da statuto, deve ottenere la metà dei voti più uno. Ma è contemplata anche l'ipotesi di parità e in quel caso, che nessuno all'interno dell'associazione auspica, a decidere chi guiderà gli industriali genovesi fra i due nomi sarebbe il voto dell'assemblea di Confindustria Genova a metà luglio. Nel frattempo gli "sponsor" si sono mossi e si stanno muovendo, con incontri e telefonate per cercare di arrivare a domani con l'appoggio assicurato. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        MyWay Autostrade per l'Italia
        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie