Fognini perde la testa, squalificato all'Atp Barcellona

Frasi ingiuriose in campo, allontanato dal giudice di sedia

(ANSA) - ROMA, 21 APR - Fabio Fognini ci ricade ancora. Il tennista azzurro ha concluso nel peggiore dei modi la sua avventura all'Atp di Barcellona: frasi ingiuriose pronunciate mentre era in campo contro lo spagnolo Bernabe Zapata Miralles per il secondo turno del torneo catalano gli sono costate la squalifica. Già ammonito, il giudice di sedia ha invitato il campione di Arma di Taggia a lasciare il campo.
    Dopo un primo set disastroso concluso con un 6-0 a favore del 24enne di Valencia e uno scroscio di pioggia che ha interrotto per qualche minuto il match, Fognini era tornato in campo provando a reagire: sotto 3-0 nel secondo set, l'azzurro ha messo a segno un parziale di quattro giochi di fila passando anche in vantaggio. Nell'ottavo game, però, complici un paio di chiamate per fallo di piede, Fabio ha ceduto nuovamente la battuta al suo avversario (4-4) e poi è arrivato lo stop: è entrato in campo il supervisor e dopo uno scambio con il giudice di linea è arrivata la decisione, comunicata dal giudice di sedia, della squalifica dell'azzurro.
    Fognini non è nuovo a episodi del genere: quello più clamoroso a Wimbledon nel 2019 con frasi choc contro il pubblico e lo storico torneo. 

"Ero qui per giocare a tennis, per lottare in campo: anche se stavo perdendo, non importa. Ma quello che mi hanno fatto oggi è stato qualcosa di inspiegabile.
Voglio andare a fondo a questa cosa. Ho pagato per qualcosa che non ho fatto. È la prima cosa che tutti dovrebbero sapere". Così Fabio Fognini dopo la squalifica 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      MyWay Autostrade per l'Italia
      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie