Hovland emula Woods, l'Hero Challenge è ancora suo

Norvegese vince per secondo anno di fila. Scheffler battuto

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 05 DIC - Come Tiger Woods nel 2006/07. Alle Bahamas, Viktor Hovland vince per il secondo anno consecutivo l'Hero World Challenge e diventa il secondo giocatore nella storia del torneo, dopo il californiano, a riuscire in questa impresa.
    Ad Albany, sull'isola di New Providence, il norvegese con un totale di 272 (69 70 64 69, -16) colpi ha superato lo statunitense Scottie Scheffler, 2/o con 274 (-14). Un déjà vu.
    Anche nel 2021 il 25enne di Oslo si era concesso il lusso di battere lo statunitense che quest'anno, con un successo, sarebbe tornato al primo posto nel ranking mondiale. Niente da fare. Ad approfittarne, ancora una volta, è stato Hovland. Che, grazie a questa affermazione, è passato dal 12/o al 9/o posto nel ranking mondiale. Non solo. Premiato da Woods - l'evento non ufficiale del PGA Tour è sostenuto dalla fondazione di Tiger - ha ricevuto un assegno di 1.000.000 di dollari a fronte di un montepremi complessivo di 3.500.000. "Vincere questa competizione è sempre speciale. E' stata una settimana snervante, con le seconde nove buche dell'ultimo round che si sono dimostrate davvero complicate. Ma ce l'ho fatta", la gioia di Hovland. Che ha festeggiato l'exploit nonostante una palla spedita in acqua alla buca 18, l'ultima del torneo.
    Americani dunque sconfitti. Non solo Scheffler, anche Cameron Young, 3/o con 276 (-12), si è dovuto arrendere. E con loro Xander Schauffele, 4/o con 277 (-11), e Justin Thomas, 5/o con 278 (-10). (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA