/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Lutto cittadino a Vivaro per bimbo morto nell'esplosione

Lutto cittadino a Vivaro per bimbo morto nell'esplosione

Proclamato nel giorno dei funerali. Lo ha deciso il sindaco

TRIESTE, 23 settembre 2023, 08:57

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il giorno dei funerali del bambino di 10 anni morto dopo essere stato investito dall'esplosione di un ordigno bellico a Vivaro (Pordenone) sarà proclamato il lutto cittadino. Lo ha deciso il sindaco del piccolo centro, Mauro Candido, che lo ha reso noto con un post sul profilo social esprimendo dolore, a nome della comunità di Vivaro, Basaldella e Tesis, per "la drammatica scomparsa del piccolo Gabriele".
    Rivolgendosi ai genitori del bambino, Candido ha rivolto "le più sentite condoglianze e la vicinanza dell' Amministrazione comunale , nonché di tutta la popolazione, per questa immane tragedia".
    L'esplosione è avvenuta ieri pomeriggio, a deflagrare sarebbe stato un ordigno bellico, verosimilmente un residuato. Il bambino era stato portato in gravissime condizioni all'ospedale di Pordenone, dove si trova anche il nonno, ricoverato in gravi condizioni.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza