Sparatoria Questura: aggressione in carcere,Meran a giudizio

Dovrà rispondere di resistenza per aver morso al braccio agente

(ANSA) - TRIESTE, 20 APR - Dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale Alejandro Augusto Stephan Meran, l'uomo accusato di aver ucciso due poliziotti nella sparatoria avvenuta negli uffici della Questura di Trieste il 4 ottobre 2019. Secondo quanto riporta il Gr Rai del Friuli Venezia Giulia, Meran è ritenuto responsabile di aver colpito e morso a un braccio un agente della Polizia penitenziaria che il 12 dicembre 2019 era stato incaricato del suo trasferimento dal carcere di Trieste a quello di Verona, dove è attualmente detenuto.
    La difesa di Meran, rappresentata dagli avvocati Alice e Paolo Bevilacqua, si è opposta al decreto emesso dal gip Giorgio Nicoli, il quale - come riferisce la testata giornalistica - ha accolto la richiesta del pm Federica Riolino di una condanna a una multa di 4.500 euro, e ha chiesto invece il rito immediato.
    Riolino ha invece chiesto l'archiviazione, non ritenendo rilevanti i danni, per il danneggiamento della cella da parte del detenuto, poi sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio. Sul reato di resistenza si discuterà nell'udienza in programma il 22 settembre prossimo. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa



      Modifica consenso Cookie