Expo Dubai 2020

Expo Dubai: Unione Africana, G20 sta sostenendo l'Africa

Commissario Uche Maduceke al Global Forum

Redazione ANSA DUBAI

(ANSA) - DUBAI, 14 OTT - "Il G20 sta sostenendo l'Africa e lo sviluppo dell'economia africana. Stiamo lavorando molto bene, insieme, Unione Africana e Unione Europea. Abbiamo una forte partnership strategica e stiamo promuovendo un rapporto win-win, grazie anche all'attenzione dell'Italia" per l'Africa. Lo dice Levi Uche Maduceke, Commissario Generale dell'Unione Africana, parlando dell'impegno dell'Italia come presidente del G20, durante la sua partecipazione ad Expo Dubai per gli Stati Generali dell'Africa, organizzati dalla Camera di Commercio di Dubai.
    L'impegno dell'Unione europea nel sostenere e garantire lo sviluppo dell'Africa è molto apprezzato dal commissario.
    Parlando del ruolo del Global Business Forum Africa, Uche Maduceke, ha detto: "Stiamo introducendo le nostre aziende del settore privato alla comunità aziendale; gli inventori, i manager delle nostre aziende, qui ad Expo li stiamo mettendo in contatto con il resto del mondo, con l'auspicio di una interrelazione effettiva in molti settori. Stiamo mobilitando investimenti e investitori su scala molto ampia, per oltre 200 miliardi di dollari da parte della Comunità Internazionale".
    "L'Africa è finalmente pronta e aperta agli affari internazionali. Non c'è mai stato un momento più entusiasmante di questo per l'Unione Africana che ha l'opportunità di cementare i rapporti con gli altri paesi del mondo, Emirati Arabi Uniti in testa, e stipulare partenariati economici di lunga durata. - conclude Uche Maduceke - Siamo ad Expo per mostrare i progressi raggiunti, l'ambiente imprenditoriale favorevole e le opportunità di investimento illimitate che esistono in Africa".
    Il Vice Direttore per i Paesi dell'Africa Sub-sahariana del Ministero degli Esteri Italiano Giuseppe Mistretta aveva sottolineato nei giorni scorsi presso un evento dedicato all'Africa al Padiglione Italia che "noi italiani siamo attori protagonisti in Africa da tanto tempo, non da ieri. E lo siamo con l'arte, la cultura, ma anche con le nostre imprese e il ministero degli esteri stesso. Noi siamo quelli che vanno fra la gente, con i volontari o i medici, quello che facciamo con gli ospedali in Africa è straordinario". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: