Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Pe:Ciocca (Lega) brandisce l'insalata contro inefficacia dell'Ue

Nuova provocazione dell'eurodeputato in aula a Strasburgo

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 09 MAG - Dopo aver calpestato con una scarpa le carte dell'ex commissario Ue per gli Affari economici, Pierre Moscovici, nell'ottobre del 2018, il leghista Angelo Ciocca torna a provocare il Parlamento europeo. L'eurodeputato si è presentato oggi in aula a Strasburgo brandendo una busta di insalata per protestare contro l'inefficacia dell'Ue.

"Forse, invece di preoccuparsi della lunghezza delle zucchine, della farina di insetti o delle buste dell'insalata", l'Ue "dovrebbe preoccuparsi del fatto che servirebbe una seconda convenzione, magari a Milano, a Torino o a Genova, città sicuramene più rispettose di Istanbul", ha detto sventolando la busta di insalata dal podio dell'emiciclo nel suo intervento a margine della discussione in plenaria al Parlamento europeo di Strasburgo sulla ratifica della Convenzione contro la violenza sulle donne.

"Ben venga qualsiasi dibattito al fine di tenere alta l'attenzione e proteggere le donne dal dramma delle violenze fisiche, sessuali e psicologiche, ma bisogna essere rapidi - ha sottolineato Ciocca -. Un'Unione europea che impiega dodici anni per ratificare la Convenzione di Istanbul non è credibile, così come non lo è il fatto che quella stessa convenzione che dovrebbe proteggere milioni di donne porta il nome di città di un Paese, quello turco, che non rispetta di certo le donne e che qualcuno vorrebbe ancora all'interno dell'Unione europea".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: