Procaccini (FdI), su plastica Ue ha posizione inammissibile

'Governo italiano si attivi a Bruxelles per difendere filiera'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 26 GEN - "La bocciatura da parte della Ue della normativa italiana sull'utilizzo di plastica biodegradabile, rappresenta l'ennesima posizione miope e furiosamente ideologica da parte di Bruxelles che rischia di provocare danni enormi alle nostre aziende del settore, e all'ambiente". Così in una nota l'europarlamentare di FdI-Ecr, Nicola Procaccini.

"Quella di Bruxelles è una posizione inammissibile. La normativa con cui l'Italia recepisce la direttiva UE sulla messa al bando di alcuni prodotti di plastica, autorizza l'utilizzo di plastiche biodegradabili e ammette la produzione di beni che contengano meno del 10% di plastica. Una tecnologia ecologista, quella delle plastiche biodegradabili e compostabili, di cui l'Italia è leader in Europa", scrive Procaccini. "Abbiamo centinaia di aziende e migliaia di addetti, che operano nel rispetto dei target Ue ma che l'Europa tenta di affossare - conclude -, minacciando la procedura d'infrazione contro l'Italia. In tutto questo, non ci risulta che il governo italiano si stia attivando a Bruxelles per difendere questa nostra filiera produttiva". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: