Accordo politico in Ue per nuovi aiuti militari all'Ucraina

Altra tranche da 500 milioni di euro dall'European Peace Facility

Redazione ANSA

BRUXELLES - I 27 ministri degli Esteri Ue riuniti oggi a Bruxelles per il Consiglio affari esteri hanno dato il via libera politico a una nuova tranche di aiuti militari all'Ucraina del valore di 500 milioni nel quadro delle risorse dello European Peace Facility. Lo fa sapere la Presidenza di turno svedese. La decisione formale, sottolineando fonti diplomatiche, sarà invece presa da un prossimo Coreper (il comitato dei rappresentanti permanenti presso l'Ue).

"L'approvazione di una nuova tranche di aiuti militari" all'Ucraina da 500 milioni di euro e di "un'altra misura di assistenza per 45 milioni per la formazione delle forze armate ucraine da parte della missione di assistenza militare dell'Ue porta il sostegno militare totale dello European Peace Facility a 3 miliardi e 600 mila euro" nello strumento di pace europeo. Ha spiegato l'Alto rappresentante Ue per la politica estera, Josep Borrell, al termine del Consiglio Affari Esteri, sottolineando come l'importo totale del sostegno economico, finanziario, umanitario e militare dell'Ue a Kiev è pari a 49 miliardi di euro. "Questo fa dell'Ue e dei suoi Stati membri il primo donatore negli aiuti all'Ucraina", ha aggiunto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: