Orban, se Ue continua con sanzioni, sarà economia di guerra

A ungheresi non mancherà gas, ma mostruose oscillazioni prezzi

Redazione ANSA

BUDAPEST - "Se Bruxelles non cambierà la sua politica sulle sanzioni alla Russia, da ottobre tutta l'Europa dovrà prepararsi per un'economia di guerra". Lo ha dichiarato il premier ungherese Viktor Orban nella sua intervista settimanale alla radio pubblica Mr Kossuth. Il premier sovranista ha assicurato al suo popolo che l'Ungheria avrà gas a sufficienza per l'inverno, solo il prezzo causa problemi, "mostrando oscillazioni mostruose".

Il governo, ha detto Orban, prepara misure per aiutare la gente. Le aziende forestali sono obbligate a produrre più legna da ardere e il ministro dell'industria avvierà fra poco un programma per commercializzare più stufe con l'obiettivo di sostituire il riscaldamento con gas. Secondo Orban, il mese di ottobre farà da spartiacque.

Entro questo periodo verrà a galla se l'economia europea potrà sopportare la guerra continua in Ucraina. In caso di "un'inflazione di guerra" persistente, con i prezzi energetici in aumento e di conseguenza una recessione alle porte, "dovremo prepararci in tutta l'Europa ad un'economia di guerra". L'unico modo di evitarlo è se "Bruxelles cambierà la politica delle sanzioni".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: