Accordo Ue-Norvegia per più forniture di gas a prezzi ridotti

Spagna, chiediamo una riforma del mercato elettrico e il tetto al gas

Redazione ANSA

 BRUXELLES - Ue e Norvegia intensificheranno la cooperazione per aumentare le forniture di gas a breve e lungo termine con l'obiettivo di abbassare i prezzi. È quanto si legge in un protocollo d'intesa firmato dal vicepresidente esecutivo della Commissione europea Frans Timmermans, dalla commissaria per l'Energia Kadri Simson e dal ministro norvegese del petrolio e dell'energia Terje Aasland.

Dato l'andamento dell'estrazione di gas in Norvegia nei primi mesi dell'anno, "c'è un forte potenziale per aumentare le vendite in Europa nel 2022 - si legge nel documento - portando nel mercato europeo quasi 100 TWh di energia in più". Oltre ad "affrontare il problema dei prezzi elevati dell'energia", l'accordo riconosce nella Norvegia un partner affidabile per l'Ue con "notevoli risorse residue di petrolio e gas" tali da poter "continuare a essere un grande fornitore dell'Europa anche a lungo termine oltre il 2030". L'Ue, prosegue il documento, sosterrà "la continua esplorazione e gli investimenti della Norvegia per portare petrolio e gas al mercato europeo". L'accordo prevede "di sviluppare una cooperazione a lungo termine in materia di energia rinnovabile offshore, idrogeno, cattura e stoccaggio del carbonio e ricerca e sviluppo dell'energia al fine di sviluppare un partenariato energetico a lungo termine ancora più profondo".

La Spagna vuole invece porre al Consiglio Europeo il tema della "riforma del mercato elettrico" e di "un tetto ai prezzi del gas". Lo ha detto il premier spagnolo Pedro Sanchez arrivando al consiglio. "Nella penisola iberica già lo abbiamo, come eccezione, ma crediamo che estenderlo al resto d'Europa sarebbe di beneficio alle imprese e alle famiglie".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: