Fonti Ue, al vertice tema energia, ma decisioni arrivano dopo l'estate

Anche caso Kaliningrad e scudo anti spread della Bce sul tavolo dei leader

Redazione ANSA

BRUXELLES - L'energia, inclusa l'eventualità di porre un price cap, sarà sul tavolo del vertice europeo ma non si prevedono "decisioni operative" a riguardo. E' quanto spiegano due diverse fonti europee in vista del Consiglio europeo di giovedì e venerdì. Il tema energetico per i leader Ue "è una priorità" e sarà sul tavolo del vertice sia nell'ambito dell'utilizzo come arma di gas e petrolio da parte di Mosca sia nella giornata di venerdì dedicata ai temi economici ma sarà "l'occasione per progettare il lavoro per settembre o ottobre", spiega un alto funzionario Ue.

L'idea del price cap "è lì", come per esempio quello di "applicarlo ai trasporti" ma al momento c'è molta "prudenza" perché con i tagli alle forniture di gas da parte della Russia la misura potrebbe "peggiorare la situazione". Ha aggiunto un alto funzionario europeo alla vigilia del summit dei leader di giovedì e venerdì. Sul price cap - ricorda la stessa fonte - è stato dato mandato alla Commissione di formulare una proposta in occasione del vertice di fine maggio. Al momento, si aggiunge, sul price cap "non c'è il necessario consenso" tra i leader europei.

Il caso Kaliningrad "sta montando" e finirà sul tavolo del Consiglio Europeo. Lo sostiene una fonte diplomatica europea a conoscenza della questione. "Ci si aspetta che la Commissione fornisca un aggiornamento delle sue linee guida alla Lituania nelle prossime 24 ore", assicura la fonte. Le sanzioni "non sono mai state disegnate" per colpire beni in transito da una parte del territorio russo a un'altra e la sensazione è che la tensione attuale sia stata causata dalla "velocità" con cui è stato approvato quel pacchetto di sanzioni. "Mosca sta sfruttando la situazione per incolpare l'Ue di un 'blocco' ma non è così".

Anche lo scudo anti-spread della Bce planerà sul tavolo dell'Eurosummit. La discussione tra i capi di Stato e di governo della zona euro si preannuncia "seria", secondo quanto riferisce un alto funzionario europeo, con il rischio che venga replicato lo scontro che si è già consumato giovedì scorso all'Eurogruppo, con i falchi rigoristi all'attacco dello strumento anti-frammentazione e di una flessibilità che andrebbe oltre il mandato di Francoforte. Il summit sarà anche il teatro per un primo scambio sulla riforma del Patto di stabilità, dossier che entrerà nel vivo dopo l'estate con la proposta della Commissione Ue.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: