Parlamento europeo chiede agli Stati indagini approfondite sui Pandora Papers

'Serve giro di vite contro paradisi fiscali'

Redazione ANSA

STRASBURGO - Intraprendere azioni legali nei confronti dei Paesi Ue che non applicano correttamente le leggi vigenti sull'evasione fiscale ed investigare adeguatamente politici, ministri e premier di Stati membri, le cui attività sono emerse dall'inchiesta sui Pandora Papers: questa la richiesta emersa dalla relazione del Parlamento europeo sullo scandalo Pandora Papers approvata con 578 voti favorevoli, 28 contrari e 79 astensioni. Nella risoluzione gli eurodeputati esortano le autorità nazionali ad avviare indagini approfondite all'interno delle giurisdizioni e ad attuare controlli su tutte le persone menzionate nell'inchiesta.

La relazione ricorda inoltre che che numerosi Paesi Ue sono in ritardo nell'attuazione delle norme europee contro il riciclaggio di denaro e l'elusione fiscale e chiede che gli Stati ritardatari siano perseguiti dalla Commissione con sanzioni. Gli eurodeputati definiscono l'attuale lista nera Ue dei paradisi fiscali come "uno strumento poco incisivo" e chiedono una migliore compilazione di questa lista, e l'ampliamento delle pratiche considerate come tipici indicatori di un paradiso fiscale nonché la riforma del processo decisionale che identifica quali giurisdizioni debbano essere incluse.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie